Allergie e malanni di primavera

di Valentina Cervelli Commenta

Con il cambio di stagione il nostro organismo, complici anche alcuni fattori ambientali, sembra essere più soggetto a malanni di primavera ed allergie. Cosa possiamo fare per prevenire questi disturbi?

Allergie primaverili

Contro le allergie primaverili purtroppo si può davvero fare poco se non evitare il più possibile di entrare in contatto con gli allergeni che possono scatenare reazioni. Con l’arrivo della primavera è la ripresa vegetativa delle piante, i pollini iniziano a saturare naturalmente l’aria, portando le persone che soffrono di allergia a sperimentare tutta una serie di sintomi abbastanza fastidiosi: congiuntivite, lacrimazione degli occhi, rinite allergica e talvolta mal di gola. Per combattere questo disturbo si può optare per l’utilizzo di antistaminici in grado di contrastare la reazione del nostro organismo agli allergeni. In questo caso va però ricordato di astenersi dalla guida o altre azioni che richiedano concentrazione se si è assunti tali farmaci: essi possono dare infatti sonnolenza.

Malanni di stagione

Quando l’inverno lascia il posto alla primavera non di rado è possibile osservare come il nostro sistema immunitario sembra essere più debole e vittima con maggiore facilità di virus e batteri. I diversi ceppi di influenza questo anno stanno mettendo in difficoltà le persone: hanno spostato il picco dei contagi in avanti sul calendario costringendo la popolazione a letto per un periodo più lungo. Ma non è solo l’epidemia influenzale ciò che dobbiamo temere. Basta pensare al raffreddore o al mal di gola che possono colpirci per via delle temperature altalenanti e delle improvvise e forti piogge. Generalmente il cambio di stagione è anche il momento in cui potenziali ulcere tornano a far sentire la loro presenza ed in generale tutti i malanni da cui siamo affetti sembrano acutizzarsi per un breve periodo. In questo caso la prevenzione è basilare: assicuratevi sempre di essere efficacemente coperti e lavatevi bene le mani se siete stati in pubblico. Evitare il contagio è importantissimo.

Photo Credits | Andrey_Popov / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>