Aviaria, nuovo caso nel Ravennate

di Valentina Cervelli 0

Il virus dell’influenza aviaria è stato isolato nel Ravennate. E’ stata la stessa Ausl di competenza a rendere nota la scoperta. Bisogna preoccuparsi? No, la situazione è attualmente sotto controllo e nuove verifiche sono in corso.

 

Non bisogna lasciarsi andare ad allarmismi inutili, questo è evidente, ma è bene che la situazione venga monitorata. Quando un caso di aviaria viene riscontrato in un allevamento è necessario verificare il numero dei capi infetti, quale sia il ceppo e quale sia il suo grado di patogenicità. Si procede comunque all’eliminazione degli esemplari dello stesso per non incorrere in successivi contagi.

Il nuovo caso, identificato con precisione nel comune di Conselice in un allevamento, secondo ciò che ci spiega il comunicato redatto dalla Asl è stato isolato la scorsa settimana nel corso di un controllo degli operatori sanitari. Ecco cosa recita l’incipit del comunicato:

A seguito di un campionamento effettuato in data 18 giugno 2014 dal Servizio Veterinario del Dipartimento di Sanità Pubblica di Ravenna dell’Azienda USL della Romagna, è stato isolato un virus influenzale H7N1 in un allevamento di svezzamento a bassa patogenicità, nel comune di Conselice.

Le analisi sono state svolte in modo approfondito, e i campioni raccolti sono stati spediti a Padova, dove si trova il Laboratorio di Referenza per l’influenza aviaria presso IZS delle Venezie. In seguito ai risultati la Ausl ha disposto non solo un divieto di movimentazione dei polli in entrata ed uscita dall’allevamento, ma anche l’abbattimento di circa un migliaio dei capi avicoli presenti. Operazioni che sono già in corso. Tutto ciò ha ovviamente portato ad una politica più forte nei confronti dell’influenza aviaria e nuove operazioni di monitoraggio straordinario sono stati disposti su tutti gli allevamenti della regione Emilia Romagna.

Quini come vi ripetiamo, non dovete temere nulla. La situazione è costantemente monitorata dagli esperti, che stanno verificando l’eventuale presenza di altri casi di aviaria nella zona.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>