Cannabis, alla felicità segue una profonda depressione

di Paola 27

Intorno alla cannabis ne abbiamo sentite di cotte e di crude, che fa bene, che fa male e anche che fosse lecita ai rasta per scopi religiosi.
Oggi torniamo a parlarne perchè sembra che un suo consumo eccessivo e abituale porti a sviluppare gravi forme di depressione.

E’ quanto stabiliscono ben 1.000 medici operanti sul territorio australiano, sulla base delle loro dirette esperienze sui pazienti affetti da disagi psicologici e sintomi depressivi.
A quanto pare, l’uso protratto nel tempo di marijuana e hashish avrebbe effetti ancora peggiori delle anfetamine sulla salute psichica, portando i consumatori ad uno stato di profonda depressione.
Altri danni provocati da questi due stupefacenti, effetti che fanno rabbrividire al solo pensiero, sono il restringimento del cervello, danneggiamento dei polmoni, perdita del desiderio sessuale, difficoltà di memoria. Vale la pena perdere tutto questo per una canna il cui effetto passa in pochi minuti?

Commenti (27)

  1. > Vale la pena perdere tutto questo per una canna il cui effetto passa in pochi minuti?

    Messa così allora dobbiamo anche chiederci:
    E vale la pena uccidersi lentamente fumando sigarette il cui effetto è praticamente inesistente?

  2. No, infatti sarebbe meglio non fumare nulla no?neanche le sigarette!

  3. Vale la pena perdere tutto questo per una canna il cui effetto passa in pochi minuti?

    probabilmente non ne vale la pena, come non vale la pena farsi restringere il cervello dall’alcool, PERò bisognerebbe che qualcuno spiegasse al Dottor Serpelloni e al suo riferimento politico, Carlo Giovanardi, che se l’effetto di una canna dura ” pochi ” minuti, è assurdo togliere la patente dopo un test che rileva positivi fino a giorni e/o mesi dall’ultima assunzione. Non crede ?
    Saluti

  4. Secondo me quest’articolo è assolutamente di parte e quindi fallace nei ragionamenti. Chi ne fa uso, tipo mio cugino, non è assolutamente depresso, svogliato sessualmente parlando (ne cambia una al giorno) nè ha difficoltà mnemoniche (infatti è laureato). Io vorrei che si smettesse di fare disinformazione perchè chi non sa parla e giudica, mentre chi sa ride di loro.
    Finitela.

    Grazie,
    Martin

  5. Basta con queste cazzate.

    Sia io che la maggior parte dei miei amici amici e conoscenti, facciamo uso di cannabis dall’ inizio delle scuole superiori, quindi circa 25 anni. Dapprima più intenso, poi negli ultimi anni, sempre più moderato ed occasionale. Siamo tutti in perfetta forma, fisica e mentale, molti con famiglia e con lavori di responsabilità.

    Basta con queste cazzate.

  6. Infatti, si parlava di “consumo eccessivo e abituale porta a sviluppare gravi forme di depressione”. Le mie conoscenze che ne abusano e ne fumano come le sigarette 10 al giorno o più, Le assicuro che non sono tanto equilibrate… e comunque per esprimere un’opinione non occorre utilizzare parolacce. Grazie.

  7. Questa è pura disinformazione.
    Il suo discorso, cara paola, è fallace in quanto commette un bias chiamato in psicologia “euristica della rappresentatività”. Dubito che lei conosca molte persone che si fumano 10 canne al giorno e se anche fosse non sarebbe rappresentativo dell’intero cluster. Mio cugino si fuma 3 canne al giorno da anni e le assicuro che se sapesse che lavoro fa si spaventerebbe.
    Anche “uso eccessivo” è opinabile poichè il mio giudizio di “eccessivo” non corrisponde con il suo. Sta di fatto che siamo fatti anche noi mentre scriviamo e siamo felicissimi.

    Ciao

    Comunque, pace e rispetto.

  8. Pace e rispetto anche a Lei 🙂

  9. ma scrivete qualcosa di intelligente.c è gente che ne fuma 30 canne al giorno eppure è sempre in forma 😛 di solito molte persone fumano per non pensare,e per non sentirsi sole,io fumo da 5 anni ,di solito si fuma così tanto solo quando si hanno problemi.chi ne fuma 3 4 al giorno lo fa così perchè gli va di farlo.ciao ciao

  10. Trenta al giorno??? beh non basta uno stipendio allora!!! 😀

  11. Oh lo sai che un mio amico una volta s’è fatto 89 canne in un giorno e dopo sapeva camminare sull’acqua e parlava pakistano nero? E pensare che lui è di brescia!

    C’è guarda che son tante! Bella lì zio!

    Ciao

  12. @ Paola Pagliaro:

    sentiii!!!!!! ke significato ha?…. prova a mangiare 1 kg di cioccolato al giorno….
    prova a mangiare tutti i giorni al mc.donald…. prova a sostituire l acqua cn il caffè… prova a bere tutti i giorni grappa…
    prova a mangiare solo verdura…
    prova a mangiare solo carne…
    vedrai ke in tutti i casi… ti ritroveresti con danni alla salute… ( di gran lunga peggiori di uno ke si fuma 1 canna al dì!!!!)

    ma vi siete resi conto in ke paese siamo???? si preoccupano di bandire una pianta!! per proteggere noi??????
    E CI COSTRUISCONO DI FRONTE A CASA… UN INCENERITOREEEEE……… TU PENSI KE LE CANNE FACCIANO MALE? NON FUMARE!!!!!
    TU PENSI CHE UN INCENERITORE CHE EMETTE DELLE MICRO PARTICELLE DI METALLI COME TITANIO PIOMBO.ect.. KE RESPIRI… E IL TUO CORPO NON RIESCE A SMALTIRE…. NEMMENO UN MEDICO TI SA DIRE KE CONSEGUENZE PUO AVERE…. MA TI SAPRA’ DI CERTO DIRE CHE AVERE UN METALLO SOTTO UN POLMONE NON FA’ BENE…. E NON SA NEMMENO DIRTI QUALI SARANNO LE TUE CONSEGUENZE TRA 20 ANNI!!!!!!
    E IN QUESTO CASO??? NON RESPIRIAMO???

    IO FACCIO SPESSO USO DI CANNABINOIDI!!!!!!
    ma da quello che leggo… dovrei essere un genio se non ne facessi uso…
    dato ke nelle mie condizioni attuali.. mi reputo un tantino sopra… ki criminalizza…. ki ti protegge da uno skiaffo… e appena ti volti ti infila un piede nel Cu*o
    aprite gli okkiiiiiii.
    ma nn vi sentite ridicoli???
    ti crea danno se mi faccio 1 canna?
    a me mi crea danno che mi giudichi!!!
    PS: la maria NON è una droga!!!…. il fumo uccide.. e non è una droga???
    alcol? …. stranamente queste droghe legali… vengono vendute sotto forma di monopolio..!!!!!!!!
    spero di aver illuminato qualche ignorantello!!!

  13. @ Martin:
    martin ti stimo!!!

  14. ma secondo te credo alle parole che hai scritto? e` noto che i beatles fecero uso di lsd per un periodo, ti pare che paul mccartney, john lennon, ringo star e george harrison abbiano mai avuto restrizioni del cervello?!? paul mccartney ha 3 figli se non sbaglio, e nel gossip e` circolata voce che all’eta` di 60 anni forse ne avrebbe avuto un’altro, l’unica cosa per cui sono d’accordo e` il fatto dei danni ai polmoni, ma i danni ai polmoni sono anche causati dal fumo passivo, ora dimmi una cosa, ma quanto ti pagano per scrivere articoli che vogliono indurre la gente a non sostenere quello che alla fine e` il business della ganja??? e poi..danni alla memoria?? ma dove l’hai sentita questa?? vai a cercarti anche l’elenco dei benefici che procura la cannabis e sulla depressione non credo proprio che tu abbia ragione….

  15. “Altri danni provocati da questi due stupefacenti, effetti che fanno rabbrividire al solo pensiero, sono il restringimento del cervello, danneggiamento dei polmoni, perdita del desiderio sessuale, difficoltà di memoria.”

    AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA

    Paola Pagliaro ma come si fa a scrivere ancora ste robe? guarda che il 2000 è passato da un pezzo.. sveglia!!!!
    sono sicuro di tre cose:

    -non ti sei mai fumata una canna
    -conosci poca gente che fuma davvero
    -non hai capito nulla del mondo delle droghe

    non provare a convincermi del contrario perchè risulteresti patetica….

    “Vale la pena perdere tutto questo per una canna il cui effetto passa in pochi minuti?”

    questo lo posso decidere solo io e di certo non me lo vengono a dire una paola pagliaro o un giovanardi qualunque!

    e mi sorge spontanea una domanda, perchè non conosci l’argomento e scrivi cose palesemente false commentando uno studio australiano (forse non sai che l’australia è fortissimamente proibizionista)…

    la domanda è: ti pagano o sei semplicemente incapace a fare la giornalista?

    1. Io posso non aver capito nulla del mondo delle droghe, non ho bisogno di drogarmi per vivere, ma Lei non ha capito nulla del rispetto delle opinioni altrui e nemmeno dell’educazione. Lei può decidere se e quanto drogarsi, sono affari suoi, se ne vanti anche in giro, lo scriva nel suo curriculum… ma non mi pare che la droga le faccia tanto bene, non le insegna di certo che per esprimere e far valere la sua opinione non occorre fare la voce grossa e mettere in dubbio il lavoro degli altri. Mi sono limitata a riportare i risultati di una ricerca. Affermando che se fossero veri ci sarebbe da rabbrividire e non varrebbe la pena fumare. Condivisibile o meno, non è una buona ragione per insultare e giudicare persone che nemmeno conosce. La saluto.

  16. …..veramente io soffrivo di depressione cronica, collegata a malesseri e attacchi di panico. Grazie alla marijuana e all’hashish va molto meglio di prima (usati con intelligenza)…spero che un giorno arriveremo a prendere coscienza che vietare una pianta (sic est!!!) è un’abominio assurdo e impermeato da una devastante ignoranza.(la canapa veniva regolarmente impiegata in italia in un sacco di modi differenti,dall’agricoltura all’industria..vedi Grillo su youtube a proposito) Bisognerebbe vietare l’alcol ai minori invece , che provoca ansia ,dipendenza se consumato con regolarità e situazioni potenzialmente pericolose.Ricordate : KNOWLEDGE IS POWER.

    Un salutone a tutti.

    1. La depressione è un tunnel difficilissimo da percorrere, e ognuno trova i suoi modi per uscirne… dall’esterno è difficile e scorretto giudicare… bisogna sempre tenere presente che questi studi sono eseguiti su campioni abbastanza limitati di pazienti e che ogni persona reagisce in modo diverso all’uso di cannabis, in base al caso. D’altra parte anche gli antidepressivi sono farmaci perennemente sotto accusa.

  17. “non occorre fare la voce grossa e mettere in dubbio il lavoro degli altri. ”

    io non metto in dubbio proprio nulla.. semplicemente le notizie riguardanti la cannabis che provengono dall’australia non hanno alcuna valenza ne tantomeno credibilità, un po’ come le parole di giovanardi… se uno spara michiate per tutta la vita poi non è che può pretendere di essere creduto..

    una giornalista che si occupa di questo argomento, e che quindi dovrebbe conoscerlo, dovrebbe semplicemente cestinare queste notizie false e assolutamente tendenziose… oppure può scegliere di sbattersene, copiare-incollare-commentare come hai fatto te contribuendo sempre più a disinformare le persone.. complimenti!

  18. “Oggi torniamo a parlarne perchè SEMBRA che un suo consumo eccessivo e abituale porti a sviluppare gravi forme di depressione.” usare il verbo “sembra” e scrivere “A quanto pare…” significa già escludere una verità assoluta. Riporto quotidianamente studi sia italiani che provenienti da altri Paesi. Esistono, sono stati svolti, sono una notizia. Alcuni si contraddicono a vicenda. I cellulari fanno bene/fanno male ad esempio. Pensi che i grandi marchi dei telefonini non siano interessati a finanziare ricerche che dicano che le onde sono innocue? Lo stesso per le droghe e per gli alcolici. Non censuro lo studio sulla base delle mie opinioni perchè potrebbero esserci persone a cui interessa ed un fondo di verità in ognuno. Non mi reputo onnisciente nè al di sopra di ricercatori e scienziati nè talmente capace di riconoscere una verità assoluta da decidere cosa propinare ai lettori e cosa no. Ho abbastanza stima di chi legge e si informa per capire che ognuno può trovare la sua verità e avere la sua, non la mia opinione, su una ricerca, su una notizia, su uno studio, sulle droghe. La saluto di nuovo.

  19. Leggendo questo articolo e i vari commenti mi sono fatto una risata, partendo dalla disinformazione che c’è sia da parte di chi ha scritto l’articolo e sia da parte degli utenti…

    1) Non è affatto vero che l’effetto dura due minuti, anzi può durare anche svariate ore e dipende dalla qualità di quello che si fuma (in Olanda non si puo guidare fino a 8 ore dal’assunzione)

    2) L’Italia è il paese delle eccezzioni: i politici vietano l’uso della cannabis equiparandola ad altre sostanze molto + nocive, poi li ritrovi nelle loro auto blu, con tanto di autista ubriachi marci mentre pippano la coca e ovviamente non vengono nemmeno arrestati; invece se lo facesse Pinco Pallino verrebbe arrestato all’istante e trattato come un narco-trafficante

    3) Alcuni stati tra cui Olanda, Canada, Svizzera, Inghilterra in contrasto con l’attuale politica sugli stupefacendi hanno fatto sorprendenti ricerche in cui la cannabis può essere sostituita ad alcuni psicofarmaci, ed alleviare sofferenze a malati terminali o a malati di sclerosi multipla

    4) La canapa ( = cannabis) fino ai primi del secolo scorso era coltivata persino nelle nostre campagne, e si potevano fare stoffe, corde, vele, lenzuola, carta e molte altre cose ancora, Henry Ford costruì addirittura una macchina, la FORD T soprannominata “Hemp Car” interamente di canapa (finestrini compresi), e indovinate un po: andava pure a combustibile estratto dalla canapa e pesava un terzo delle altre autovetture….
    Il termine marijuana è stato affibbiato dal governo USA negli anni ’30, deriva dal nome messicano della pianta, ed è stato usato al solo scopo di sminuire la cannabis e descrivendo chi la fumava come un assassino capace di essere un pericolo pubblico, e il tutto solo ed esclusivamente per favorire i petrolieri che inziavano a distribuire il petrolio che poteva sostiture gran parte dei prodotti della canapa, ovviamente facendogli guadagnare cifre astronomiche
    La campagna di “sensibilizzazione” in favore del petrolio continuerà fin quando questo non finirà, poi sicuramente torneremo a usare le cosiddette energie alternative di cui la canapa fa parte

    Detto questo io che scrivo sono una persona come tante che quando ha voglia si fa una cannetta tra amici; ho a che fare con gente legata a problemi di depressione (quindi psicofarmaci), e che vede la canapa + come una salvezza che come una tragedia………..
    Rimane solo una cosa da fare: AUTOPRODUZIONE, peccato che le leggi retrogade italiane in merito includano qualche anno di carcere, aumentando sempre di + i soldi alle varie mafie che poi vanno comunque a finire allo stato grazie alla corruzione del nostro Paese falso e moralista

  20. @ Paola Pagliaro: e poi cos’è questa storia che la marijuana e’ una droga?? fino agli anni 30/40 le grandi potenze, i media di allora, le scuole e tutti quelli che avevano potere politico o comunque diversi tipi di poteri che permettevano (e permettono tutt’ora) di cambiare le cose (in generale) non avevano diffuso il messaggio “marijuana=droga” perché non si erano ancora accorti che la canapa poteva danneggiare i potenti e i profittatori, al contrario del petrolio e di svariate altre sostanze, che li arricchiva (e li arricchisce tutt’ora..).
    le automobili sono uno delle decine, se non centinaia di esempi che dimostrava l’Utilità dell’impiego di canapa in ambito commerciale, ma non solo, voglio ricordare che anche nell’ambiente farmaceutico la canapa ha un suo rispettabilissimo utilizzo.
    detto questo, specificando che non intendo in nessun modo offendere il diritto all’esplicazione dell’opinione di chiunque, credo che questo articolo, come tanti altri strumenti mediatici, sia stato scritto con incompetenza, visto il fatto che l’autrice non ha (a sua detta) “capito nulla del mondo delle droghe” e come se non bastasse, con il fine di urtare e danneggiare l’immagine della marijuana.
    @ Paola Pagliaro:

  21. guardi anche questo video 🙂

    http://www.youtube.com/watch?v=oBVwyQra4hk&NR=1

    straordinario, vero..?

I commenti sono disabilitati.