Cannabis contro l’ansia?

di Ma.Ma. Commenta

Cannabis efficace contro ansia e preoccupazioni? A questa ricerca, finanziata dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti d’America con un milione di dollari, sta studiando l’italianissimo Graziano Pinna, il quale sta indagando sull’effetto positivo dei cannabinoidi su tutte quelle patologie che sono legate a stati eccessivi di ansia.

E la ricerca di sicuro è molto attuale, visto che arriva in un momento in cui anche nella stessa Italia è acceso il dibattito sulla liberalizzazione delle droghe leggere che in molti casi potrebbero avere un uso terapeutico. La ricerca sui presunti effetti benefici della cannabis su alcune malattie del sistema nervoso durerà tre anni con la possibilità di essere estesa di un altro anno ancora qualora il team guidato dal Professor Graziano Pinna lo ritenesse opportuno. E’ lo stesso scienziato sardo a spiegare i punti cardine dello studio che si appresta ad affrontare insieme alla sua squadra:

Lo studio che andremo a sviluppare si concentrerà sul funzionamento di un particolare recettore del sistema nervoso e sul conseguente comportamento emotivo, con l’uso di sostanze cannabinoidi, che possono aiutare a vincere la paura e l’ansia […] Non ci limiteremo ad osservare gli effetti dei farmaci utilizzati, ma andremo a capire come e perché gli endocannabinoidi prodotti nel nostro organismo, oppure i cannabinoidi della cannabis funzionano

CANNABIS, TRA GLI EFFETTI COLLATERALI LA SCHIZOFRENIA?

La ricerca mira quindi a raccogliere informazioni importanti che potrebbero aprire una nuova strada nel vasto mondo della medicina. Anche perché l’ansia è un disturbo in crescente aumento non solo tra gli adulti ma anche tra i bambini che, già da piccolissimi, sono costretti ad affrontare attacchi di panico e stati di agitazione che condizionano inevitabilmente la qualità della loro vita. Il progetto di ricerca di Graziano Pinna è stato valutato scientificamente valido negli Stati Uniti e per questo motivo è stato finanziato il mese scorso dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti d’America.

Foto | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>