Cosa bere quando fa caldo?

di Valentina Cervelli Commenta

Cosa bere quando fa caldo? Quali bevande è consigliato consumare per combattere la disidratazione e far si che il nostro corpo non risenta delle altre temperature? Scopriamolo insieme, orientandoci nel modo più salutare possibile.

A spiegare come comportarsi in questo caso ci pensa dalle pagine de “La Stampa” il professor Michele Carruba, Direttore del Centro Studi e Ricerche sull’Obesità dell’Università degli Studi di Milano. Con il salire delle temperature, soprattutto se si è in movimento o si fa attività fisica, si tende ad eliminare sotto forma di sudore una grande quantità di acqua, che deve essere opportunamente reintegrata per il bene dell’organismo al fine di evitare conseguenze per lo stesso. Una disidratazione molto elevata può portare ad allucinazioni e perdita di conoscenza fino ad arrivare a condizioni incompatibili con la vita se la diminuzione dell’acqua corporea tocca il 20% del totale.

Acqua sempre necessaria

L’acqua è un elemento che non deve mai mancare. E’ basilare per le reazioni chimiche cellulari del nostro organismo, e quindi per il funzionamento stesso del nostro ciclo vitale. E’ per questo motivo che d’estate bisogna bere, secondo gli esperti, anche quando non si sente lo stimolo della sete. E’ l’elemento fluido più dissetante esistente. Vi sono delle alternative salutari che possono essere prese in considerazione come la stessa con l’aggiunta di qualche goccia di limone, tisane di erbe, o centrifugati di frutta e verdura, decisamente più appetibili e sane rispetto a molti integratori presenti in commercio.

 

No a bevande gassate ed alcoliche

Per quanto possano risultare piacevoli al palato è necessario dire di no a bevande alcoliche (causano maggiore disidratazione, N.d.R.), gassate e dolcificate. Esse sembrano dissetare, ma è la loro stessa natura a mostrare il contrario: appena le stesse arrivano nello stomaco infatti, rilasciano zucchero che per essere assimilato necessita di altra acqua.  Accompagnando il tutto con una veloce salita dei livelli di glicemia nel sangue.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>