Doccia ghiacciata vip contro la SLA (VIDEO)

di Ma.Ma. Commenta

Doccia ghiacciata in favore della ricerca per la SLA, malattia neuro-degenerativa che colpisce le fibre che collegano il sistema nervoso ai tessuti muscolari e che, nel tempo, provoca una progressiva paralisi del corpo con effetti devastanti sulla salute. Vip e persone comuni si sono mobilitate in questi giorni e il fenomeno della doccia ghiacciata è diventato virale grazie al passaparola che tanto funziona sul web.

Grazie all’hastag che ormai è famoso in tutto il mondo, #IceBucketChallenge, la ricerca contro la SLA può contare fino ad ora più di 50 milioni di dollari raccolti: una cifra importantissima che va ad alimentare dunque le speranze di coloro che sono affetti da questa malattia che al momento, purtroppo, non conosce cura risolutiva.

Ma da chi è nata l’idea della doccia ghiacciata come fenomeno di sensibilizzazione per la ricerca a favore della SLA? La ALS Association individua nel 29enne Peter Frates, ammalato di SLA, il motore di tutto. Il giovane avrebbe proposto ad amici e familiari l’idea di farsi una doccia ghiacciata per sensibilizzare il mondo verso la malattia che da due anni lo ha afflitto. A ispirarlo la pratica che lui e i compagni di squadra portavano avanti quando giocavano a baseball al college di Boston: il passaparola è stato poi fondamentale e il fenomeno dell’#IceBucketChallenge si è diffuso a macchia d’olio. Ed è stato qui che la ALS Association ha deciso di salire a bordo, sponsorizzando la sfida e contribuendo alla sua diffusione nazionale e non soltanto.

E in pochi giorni il fenomeno della doccia ghiacciata si è allargato: dagli Stati Uniti all’Inghilterra, dalla Francia all’Italia, con i Vip in prima linea per sensibilizzare l’opinione pubblica e raccogliere fondi. Si prende un secchio di acqua con cubetti di ghiaccio al seguito, si nominano altri tre amici che non potranno esimersi dal fare il video, e poi giù con una bella secchiata d’acqua gelida. Ma al di là dei video più o meno simpatici postati sui social da persone comuni e non, l’aspetto fondamentale rimane quello della donazione (ecco perché l’IBC è importante). Come si fa a lasciare una donazione in favore della ricerca?

E’ più semplice del previsto: basta andare sul sito ufficiale della AISLA – www.aisla.it – e contribuire con un piccolo gesto: si può pagare con bonifico bancario o postale e con paypal. In pochi clic si potrà dunque dare una mano concreta alla ricerca. Di seguito una carrellata di video postati da alcuni Vip di casa nostra.

1. Valentino Rossi

2. Alessandro Del Piero

3. Marco Materazzi

4. Belen Rodriguez

5. Jovanotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>