Flash news: persino i pacemakers potrebbero essere attaccati dagli hacker

di Salvina 0

Ammesso che abbiano qualche interesse nel farlo, gli hacker potrebbero anche danneggiare i pacemakers, ossia i dispositivi elettronici in grado di modificare la frequenza cardiaca. Alcuni, lungimiranti, studiosi statunitensi hanno infatti condotto un esperimento nel quale sono riusciti a manomettere uno di questi apparecchi agendo dall’esterno. La buona notizia è che gli scienziati dell’Università di Harvard e Washington per ottenere lo scopo disponevano di una tecnologia costosissima (30000 dollari) e poco diffusa. Inoltre l’operazione andrebbe condotta a distanza ravvicinata. L’esperimento è stato descritto sul sito Secure Medecine.

[via]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>