Gli italiani a tavola col sesso: rapporti con la compagna? No, grazie! E poi la mettono sul web. E le donne vogliono tornare vergini…

di Paola 3

Si apre a Roma domenica prossima il IX Congresso della Federazione europea di sessuologia, e già si parla di sconcertanti cambiamenti di tendenza nelle abitudini sessuali degli italiani.
Sembrerebbe che il 40% delle coppie italiane ha subito un calo del desiderio sessuale, mentre aumentano i casi di Sindrome di Amsterdam, la tendenza degli uomini a pubblicare sul web video ed immagini spinte che ritraggono la propria partner in atteggiamenti osè. Accanto alle nuove tecnologie, restano ancora in voga le vecchie perversioni di filmini e travestimenti. E intanto cresce la richiesta d’interventi delle donne italiane per ritornare vergini, al punto da creare liste d’attesa negli ospedali. Ma insomma, cosa sta succedendo?

Interessante la metafora proposta dalla sessuologa Chiara Simonelli del sesso visto come una tavola, con attorno quattro categorie di commensali:

  • le anoressiche
  • le bulimiche
  • le sazie
  • le inappetenti
Le anoressiche sarebbero sempre di più quelle coppie di coniugi con figli, sposate da molti anni e che hanno superato la soglia dei 40 anni. E molto spesso compare l’amante a formare il solito triangolo all’italiana.
Ma è proprio vero, come dicono, che nelle relazioni consolidate il sesso è una componente così scontata? Mi sembra assurdo che gli italiani, da sempre tenuti in grande considerazione per il sex appeal e le capacità amatorie latine, non facciano più l’amore. La percentuale è d’altra parte abbastanza alta per sottovalutare il problema: in pratica su 100 coppie, quaranta non fanno più sesso. Sarà davvero colpa del computer? E voi, di che categoria pensate di far parte?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>