Infiammazione al ginocchio per Silvio Berlusconi

di Valentina Cervelli Commenta

Ricovero al San Raffaele di Milano per Silvio Berlusconi. L’ex premier ha passato la notte nel nosocomio milanese per via di una infiammazione al ginocchio che ha reso necessari degli accertamenti più specifici.

Da ciò che è trapelato ed è stato reso pubblico Silvio Berlusconi è stato sottoposto questa mattina ad ulteriori controlli per comprendere le cause di questa infiammazione al ginocchio che nella giornata di ieri aveva causato al leader di Forza Italia alcuni disturbi. La tac eseguita ha rilevato un’infiammazione della cartilagine del ginocchio sinistro e uno stato di artrosi compatibile con la sua età. Le dimissioni saranno decise oggi pomeriggio dopo il consueto giro di visite dei medici del nosocomio.

Cerchiamo di comprendere meglio lo stato di salute del cavaliere. L’infiammazione della cartilagine del ginocchio è molto spesso collegata all’età ed all’usura della parte. Quando l’articolazione viene sottoposta ad un duro e continuo lavoro,quindi ad un vero e proprio sovraccarico si infiamma e causa alla persona un intenso bruciore e dolore difficile da curare. Alcuni propendono per l’utilizzo di aloe vera, altri per l’apposizione di ghiaccio. Qualsiasi sia la metodologia scelta è necessario rimanere un periodo a riposo senza sforzare eccessivamente l’articolazione ed è consigliato sottoporsi a delle terapie riabilitative.

Nel caso di Silvio Berlusconi anche l’età ed un leggero sovrappeso potrebbero aver fatto degenerare la situazione rendendo necessari il ricovero dell’uomo politico per ulteriori accertamenti. Quel che è certo è che gli specialisti ai quali l’uomo si è affidato daranno all’ex presidente del consiglio una terapia antidolorifica e riabilitativa da seguire per far scemare il dolore. Qualsiasi sia l’effettiva prognosi decisa dai medici, una certezza l’abbiamo: lo rivedremo presto in piedi! Già in passato diversi malanni avevano reso necessario il ricovero in ospedale, ed in tutti i casi Berlusconi è tornato “come nuovo”. Siamo sicuri che sarà così anche questa volta.

Photo Credit | Wikipedia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>