Il ticket sanitario si paga alla posta a Caserta

di Valentina Cervelli 0

Un accordo tra la Asl di Caserta e Poste italiane per favorire i pazienti che debbono recarsi presso gli ambulatori sul territorio per sostenere una visita medica: è questo il frutto della collaborazione dei due enti che porta tutti coloro interessati a poter pagare il ticket richiesto direttamente negli uffici postali senza bisogno di recarsi presso la struttura sanitaria.

Un modello stabilito dal direttore generale dell’Asl casertana, Paolo Menduni e dal responsabile della struttura Grandi Imprese e Pubblica Amministrazione Area Sud di Poste, Roberto Feroci. E che merita non solo attenzione ma la possibilità, previa verifica della sua validità, di essere ripartita su tutto il territorio nazionale. Questa iniziativa, in particolare, è stata creata in collaborazione con il sistema di Servizio controllo interno di gestione e Sistema Informativo delle Poste, diretto dal Michele Tari in collaborazione con il responsabile Antonio Spadavecchia e l’account Lucia Asprinio.

La medicina si fa sempre più telematica. Lo abbiamo visto, ad esempio, con la nuova gestione informatizzata delle visite mediche fiscali attualmente in uso, che consente un più veloce scambio tra medico e strutture di previdenza. Novità in questo caso diventa sinonimo di convenienza e soprattutto risparmio di tempo, vitale per un malato o per chi necessita di un controllo specialistico. I pazienti della provincia di Caserta, possono già contare su un servizio telefonico dedicato (num. verde 800984043) per contattare la Asl e poter prenotare una visita ambulatoriale presso i presidi ospedalieri ed i poliambulatori ad essa collegati.

Dal 1 giugno le persone possono ora eliminare anche l’ulteriore stress del recarsi negli uffici della Asl. Per versare il ticket basterà recarsi presso l’ufficio postale contrassegnato dall’icona “Sportello amico”. Basterà quindi esibire la propria tessera sanitaria e tramite il personale il paziente potrà ricevere informazioni dettagliate sui servizi da pagare, potrà decidere quali pagare ed una volta completato “l’acquisto”, riceverà i documenti fiscali emessi dall’Asl stampati direttamente dallo sportello dell’ufficio postale.  In questo modo il paziente, all’atto del controllo specialistico, dovrà portare con sé solo l’impegnativa del medico curante e del documento fiscale.

Un modello eccellente su carta da riprodurre sull’intero territorio nazionale.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>