Leucemia e linfoma arrivano i farmaci intelligenti

di Ma.Ma. Commenta

Da tempo si sente parlare di farmaci intelligenti per la cura dei tumori ma adesso l’argomento torna sotto i riflettori alla luce di un Congresso che, in California, ha chiamato a raccolta i migliori esperti in materia. Tumore del sangue (leucemia e linfoma, tra gli altri) al centro delle ultime ricerche. Non è tra i più frequenti ma è in netto aumento, con 32mila italiani ogni anno.


I tumori del sangue possono essere classificati in tre grandi categorie: leucemie, linfomi e mielomi. Alcuni sono tutt’oggi non curabili, per altri però aumentano le possibilità di sopravvivere grazie a una serie di innovazioni nel campo della bioingegneria che stanno rivoluzionando il modo di somministrare i medicinali. I farmaci intelligenti rientrano in quella categoria di medicinali capaci di arginare la resistenza alle terapie messa in moto dalle cellule cancerogene. La spiegazione sta nel fatto che si tratta di farmaci specifici e che vengono somministrati in modo diverso da persona a persona.

La conoscenza dei meccanismi molecolari alla base dello sviluppo, della crescita e della diffusione del tumore del sangue (e non solo di questo) ha permesso di sviluppare terapie mirate in grado di agire sui processi di sviluppo delle cellule malate. La cura a base di farmaci intelligenti, dunque, non è più scelta solo in base alla sede di sviluppo del tumore, ma anche in relazione alle sue caratteristiche molecolari. Di questo si parlerà dunque al congresso californiano al quale prenderà parte anche Fabrizio Pane, presidente della Società Italiana di Ematologia (Sie):

Negli ultimi anni con la genetica abbiamo fatto importanti progressi nella distinzione dei numerosi sottotipi di tumori del sangue. Man mano che le tecnologie migliorano e i nostri studi avanzano, conosciamo sempre meglio i vari meccanismi che scatenano un certo tipo di neoplasia o capiamo perché si instaura, in determinati pazienti, una resistenza alle terapie che per altri sono efficaci. Grazie a tutto questo stanno arrivando sempre più farmaci “intelligenti” che, sulla scia delle tecniche della medicina di precisione, sono sempre più personalizzati e mirati sul singolo paziente

Ti potrebbe interessare anche:

LEUCEMIA, MESSA A PUNTO NUOVA IMMUNOTERAPIA PER CURARLA

LEUCEMIA MIELOIDE ACUTA: INDIVIDUATI ALCUNI GENI RESPONSABILI

Foto | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>