Scozia, trapianto di staminali cerebrali su paziente colpito da ictus

di Valentina Cervelli 4

Primo trapianto di staminali in Scozia per curare i pazienti colpiti da ictus più o meno gravi. Si tratta di un intervento davvero all’avanguardia, sostenuto dal team neurochirurgico dell’ospedale  Southern General Hospital di Glasgow.

Al momento le generalità del paziente non sono state rese note, si sa solo che era stato colpito da ictus e che aveva una età che si aggirava intorno ai 60 anni. L’intervento, avvenuto con il sostegno della britannica ReNeuron, società specializzata in biotecnologie, ha riguardato l’impianto di cellule staminali nelle aree del cervello colpite da ictus.

L’esperimento, perché tale è questa operazione, è stato eseguito, previo consenso del paziente, per testare la sicurezza di questa tipologia di cura su pazienti afflitti da ischemia cerebrale. E soprattutto, per testare se è possibile far regredire le disabilità che spesso questa patologia comporta. Si tratta del primo intervento di questo genere, il primo nel quale si utilizzano cellule staminali  nervose.

Il capo ricercatore del team che ha condotto l’esperimento, Keith Muir, dell’Istituto di Neuroscienze e  Psicologia dell’università di Glasgow, ha fatto sapere che l’intervento è riuscito senza complicazioni e che l’uomo è stato dimesso dall’ospedale.

Effettuando questa ricerca, stiamo cercando di stabilire se l’impianto di cellule staminali sia effettivamente privo di rischi e fattibile. Questo ovviamente sottintende un attento monitoraggio dei pazienti che vi si sottoporranno. Speriamo che in futuro questo porti ad un ampliamento degli studi per determinare i possibili effetti benefici del trapianto di cellule staminali sulla lotta alle disabilità che spesso l’Ictus porta con sé.

Una portavoce dell’ateneo ha fatto sapere inoltre che, per monitorare eventuali miglioramenti dovuti alle cellule staminali impiantate, l’uomo sarà controllato attentamente per due anni. A proposito del trapianto si rivela ottimista anche il responsabile della ricerca della  “Stroke Association” Sharlin Ahmed.

Quando un ictus colpisce, il cervello rimane senza ossigeno e le cellule cerebrali colpite muoiono. L’utilizzo delle staminali per riparare i tessuti è una tecnica promettente che potrebbe risolvere molti effetti collaterali di questa patologia. Siamo molto eccitati per questa ricerca, ma ad ogni modo, siamo solo all’inizio di una strada davvero lunga, e ci vorranno determinate risposte prima che le cellule staminali posano essere prese come un possibile trattamento.

Fonte : Herald Scotland

Commenti (4)

  1. Mi sapete dare alte informazioni sul come contattare questa Università? Io ho avuto un ictus e non trovo più l’equilibrio se cammino, costringendomi ad usare le stampelle

  2. sono stato colpito da ictus nell’agosto del 2002 ho subito dopo 6 anni da un eqipe medica milanese un piccolo intervento di microchirurgia x l’emiplessia del ginocchio dell’arto destro…io nell’arco di questi anni ho recuperato alla grande ,partendo dal fatto che all’inizio ero in sedia a rotelle e anche io ero totalmente mancante di equilibrio….grasirei anche io ottenere delucidazioni ed informazioni sulla possibilita’ di eseguire questo tipo di intervento….ho 36 anni ed e’ da ben 10 anni quasi che mi trovo costretto a convivere con tutti i problemi che questo ictus mi ha voluto regalare….

  3. Salve ho 37 anni e da un anno fa sono stato colpito da ictus che mi costringe su una sedia a rotelle e mi ha tolto l’utilizzo del braccio sx. Sono mesi che cerco voracemente informazioni su dove è come arrivare a beneficiare di untrapianto di staminali.

    1. Ti dico quello che ho trovato sull’argomento, anche se credo che tu abbia già trovato molte più fonti di me.
      Questo primo trapianto sul paziente avvenuto in scozia (era il 2010) dovrebbe essere giunto già a qualche conclusione, e che da quello che ho capito è l’unico studio in fase avanzata in tal senso. In questo link i primi dati http://www.reneuron.com/the-pisces-clinical-trial-in-disabled-stroke-patients .
      Poi come evidenziato anche lì, su clinical trial .gov trovi, non solo i risultati di questo lavoro, ma anche tutti gli studi scientifici in corso al riguardo. http://clinicaltrials.gov/ct2/show/NCT01151124?term=stem+cells+and+stroke&rank=6
      Questo è un altro sito dove puoi trovare cose interessanti http://www.stemcellsinc.com/Therapeutic-Programs/Other-CNS-Disorders.htm
      In particolare credo molto anche in una nuova forma terapeutica che è questa che fanno anche in Italia
      http://www.medicinalive.com/medicina-tradizionale/ricerca-e-sperimentazione/ictus-riabilitazione/
      Fammi sapere se ti sono stati utili ;=)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>