E se il Viagra fosse inefficace? Altri rimedi per l’impotenza

di Salvina 6

Non tutti coloro che sono affetti da disfunzioni sessuali come quella erettile (altrimenti detta impotenza) traggono benefici dall’assunzione dei farmaci ormai noti come “pillole dell’amore”, la più celebre delle quali è senza dubbio il Viagra, o pillola blu.

Secondo gli esperti infatti sono circa 900mila, su un totale di tre milioni, gli uomini affetti da impotenza che non possono essere curati attraverso l’impiego di farmaci. Ma perchè in questi casi le pillole non funzionano? Come spiega Edoardo Pescatori, responsabile dell’unità operativa di andrologia dell’Hesperia Hospital di Modena:


“Perché la disfunzione erettile risponda al trattamento farmacologico è necessario che ci sia una funzionalità residua dei tessuti del pene e che i collegamenti nervosi tra cervello e pene siano intatti. Nel 30 per cento degli uomini affetti da disfunzione erettile i farmaci non funzionano perché manca una o entrambe queste condizioni”

Intanto la Sia (Società italiana di andrologia) ha lanciato, il 15 maggio scorso, la campagna di sensibilizzazione “Torna ad amare senza pensieri” per incentivare gli uomini che sono affetti da disfunzioni sessuali come l’impotenza a rivolgersi a un medico (solo una parte di essi lo fa spontaneamente) e informarli dell’esistenza di molteplici terapie cui è possibile fare ricorso.

Fra queste, informano gli esperti, la protesi peniene, poco conosciuta nel nostro paese ma estremamente valida nella risoluzione dei casi di impotenza grave: l’impianto di una protesi peniene, a volume fisso o variabile, permette una vita sessuale del tutto normale anche a coloro per i quali i farmaci anti-impotenza non si dimostrano validi. Nel 2006 sono stati eseguiti nel nostro paese 1200 interventi di chirurgia protesica su circa 400mila uomini.

Nell’ambito dell’iniziativa della Sia è stato attivato il numero verde 800363677, che, fino al prossimo 30 Giugno, resterà a disposizione di tutti coloro che vogliano ricevere ascolto e consulenza da parte di specialisti andrologi.

Commenti (6)

  1. sono interessato agli articoli su impotenza dovuta a fibrosi peniena siccome dopo essere stato visitato da tre diversi specialisti tutti mi hanno fatto fare tre diverse terapie l’ultima con il cialis (pillola) grazie

  2. Salve Francesco,
    è un argomento di cui ci siamo occupati spesso, puoi consultare a titolo puramente informativo la sezione disfunzioni sessuali… Resta comunque il fatto che per risolvere il problema dovrai comunque rivolgerti ad uno specialista, prova con uno serio e affidabile se i risultati delle visite precedenti non hanno risolto nulla, buona fortuna!

  3. Buongiorno a tutti,
    mi chiamo Paolo e da 2 anni soffro di calo del desiderio e coneguente disfunzione erettile. Considerando che l andrologo ha appurato che non sono in uno stato “grave” mi ha consigliato di aiutami con prodotti naturali anzicchè usare medicinali come il cialis, il viagra……Sotto suo consiglio ho inizto ad assumre e continuo a farlo il Vigolus di bioreviv abbinandolo a tovirex gel.
    Le capsule le prendo oramai ogni giorno il gel inveco lo uso solo durante il rapporto sessuale.
    Devo dire che questi due prodotti abbinati insieme hanno risolto il mio problema. Oggi sono felice sia per me che per mia moglie senza contare il fatto che mi sento molto più energico e vitale.
    In bocca a lupo a tutti
    paolo

  4. soffrivo di una lieve forma di disfunzione erettile, cosi mi sono sottoposto sotto consiglio andrologico ad ecodoppler dinamico risultato nella norma ma si è sviluppato un priapismo che mi ha portato a delle lesioni multiple fibrose dei corpi cavenrosi, ergo il pene ha perso volume l’erezione è difficoltosa anche con l’assunzione di inibitori, ho il pene in flaccidità tutto rattrappito e rigido, mentre in erezione presenta due vistose curvauture, ho speso 8000 euro tra le terapie e le innumerevoli viste fatte, non è cambiato nulla! vorrei a questo punto risolvere il problema con la protesi ma so che accorcia notevolmente il pene fibrotico ed adesso sono messo abbastanza male !!! le erezioni anche se lievemente presenti sono ancora dolorose sopratutto quando sotto inibitori raggiungo la massima estensione che cmq dura pochi istanti!!! grazie un ringraziamneto a chi intereverrà

    1. Nel nostro spazio sui consulti online c’è un bravo andrologo, provi a visitare quella pagina e a porre il suo quesito a lui….noi non siamo medici…
      http://www.medicinalive.com/medicina-news/chiedi-esperto-consulti-online-medicinalive/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>