Psoriasi. Il 60% dei pazienti la tiene nascosta

di Salvina 1

Il 60% delle persone affette da psoriasi vive con estremo disagio la propria condizione, al punto da tenerla nascosta. Sono notevoli infatti i disagi psichici e relazionali legati a questa patologia dermatologica, e quasi il 10% di coloro che sono costretti a conviverci è depresso. Questi i dati emersi dall’indagine su scala nazionale ‘Il doppio dramma del paziente psoriasico: sofferenza personale e sociale’, condotta dall’Associazione per la difesa degli psoriasici (Adipso) i cui risultati preliminari sono stati diffusi nei giorni scorsi a Roma. I questionari, elaborati dall’epidemiologa dell’università dell’Aquila Emma Altobelli, sono stati somministrati a 4.256 malati.

Riguardo gli aspetti psichici e sociali della malattia, il disagio viene espresso soprattutto dalle donne (il 56%, contro il 44% degli uomini) che sono anche le più propense a tenere per sè il fatto di essere affette da psoriasi (59%). Il motivo? La paura di essere allontanate e rifiutate. Ma sono sempre le donne a rendersi conto della necessità, e a fare richiesta esplicita, di un supporto psicologico per affrontare la pressione cui si sentono sottoposte, anche quella dovuta alle terapie, che il 65% di loro, contro il 55% degli uomini, ritiene stressanti.


Tuttavia, in tema di terapie, alcuni psoriasici, tanto uomini, quanto donne, risultano poco informati: il 10% non conosce esattamente la forma di psoriasi dalla quale è affetto e sa poco circa le possibilità di cura di cui dispone. Ad esempio, come afferma Sergio Chimenti, direttore della Clinica dermatologica dell’università Tor Vergata di Roma, i farmaci biologici sono poco noti anche ai dermatologi. Basti pensare, come sottolinea lo stesso Chimenti, che i 150 centri Psocare ospedalieri italiani, dove è possibile avere consulenze e terapie gratuite, hanno in cura solamente 10mila malati. Un dato sconfortante se si stima che siano oltre due milioni le persone affette da psoriasi nel nostro paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>