Ecstasy per curare i tumori?

di Marco Mancini 2

Non è la prima e non sarà l’ultima droga che si scopre avere proprietà benefiche per il corpo umano, ma certo è che l’ecstasy, la tipica droga “da discoteca” presa per sballarsi e avere energie fino alla mattina, pare sia in grado di combattere alcuni tipi di tumore. E la sorpresa è ancor maggiore notando che, a differenza di un’altra droga medicinale come la marijuana, non ha nulla di naturale.

Si tratta infatti di una sostanza sintetizzata chimicamente, la quale è stata dimostrata dai ricercatori dell’Università di Birmingham in grado di combattere leucemie, mielomi e linfomi. E’ bene precisare però che si tratta di una forma di ecstasy modificata che dovrebbe avere un effetto circa 100 volte più potente dell’ecstasy normale sul cancro, e che elimina le sostanze tossiche per il corpo.

Secondo David Grant, coordinatore del progetto, esistono molti tipi di linfoma per cui o non si sono trovati rimedi, o comunque si curano con molta difficoltà. Trovare un metodo con pochi o assenti effetti collaterali potrebbe essere una manna dal cielo, e questo genere di droga potrebbe fare al caso suo.

Questo punto probabilmente sarà al centro delle prossime ricerche in quanto si è scoperto che prendere l’ecstasy a lungo termine porta a danni cerebrali. Bisogna vedere se, escludendo le sostanze tossiche, gli effetti collaterali saranno del tutto eliminati.

Lo studio in questione è durato 6 anni ed ha dimostrato come queste pillole fossero in grado di sopprimere la crescita tumorale addirittura nel 50% dei casi. Ora si passerà alla sintetizzazione del contenuto del MDMA (il nome chimico dell’ecstasy) in un farmaco, il quale potrebbe essere presto disponibile nelle farmacie. A breve cominceranno gli studi pre-clinici, e

anche se non voglio dare alla gente false speranze, i risultati di questa ricerca hanno la potenzialità di portare ad un miglioramento nei trattamenti negli anni a venire

ha concluso il dott. Grant. I risultati dello studio sono consultabili sul sito della rivista Investigational News Drugs.

Ictus giovanile in aumento in Italia a causa dell’ecstasy
Ecstasy, fa male anche alla Terra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>