Adenomioma ed asportazione utero

di Cinzia Iannaccio Commenta

Richiesta di Consulto Medico su Adenomioma ed asportazione utero
Buona sera professore sono una donna di 43 anni,circa un mese fa sono stata sottoposta ad intervento chirurgico per asportare in prima diagnosi un mioma in via di espulsione (era da più di 6 mesi che ero in lista per asportarlo ma poi si è deciso di uscire da solo). Da pochi giorni sono stata contattata dal primario della ginecologia per comunicarmi l’esito dell’esame istologico:adenomioma polipoide atipico. Il primario mi suggerisce di asportare solo l’utero per prevenzione alla mia persona, tenendo conto che sono già presenti tre altri piccoli fibromi. E questa effettivamente la soluzione? Io in questi mesi ho avuto sempre sanguinamento a causa del mioma che mi è stato tolto,quindi credo che il medico proponendomi questa soluzione voglia evitare che succeda ancora questo evento. Aspetto un suo consiglio.Grazie.

Adenomioma ed asportazione utero

Specializzazione
Oncologia
Tipo di Problema
Adenomioma polipoide atipico ed asportazione utero

 

Risponde il Prof. Carlo Pastore oncologo e chemioterapista, consulente per l’area oncologica e per l‘ipertermia capacitiva per l’Hilu Medical Center (Marbella, Spagna) e presso il Centro di Medicina Integrativa in Malaga (Spagna), nonché responsabile della divisione di oncologia medica ed ipertermia oncologica della Casa di Cura Villa Salaria in Roma, membro dell’ESHO (European Society for Hyperthermic Oncology). Per contatti diretti www.ipertermiaitalia.it

 

Gentile Signora,

buonasera.

Evidentemente il suggerimento del Collega chirurgo è dettato dalla condizione di fibromatosi multipla uterina e dai sanguinamenti.

Il suggerimento appare sensato.

Cari saluti ed un grande in bocca al lupo per tutto

Carlo Pastore, oncologo – www.ipertermiaitalia.it

 

Leggi anche:

 

Se avete altri dubbi o domande da porre ai nostri esperti visitate la pagina dedicata all’invio dei quesiti

Chiedi all’esperto, consulti online su Medicinalive,

ricordando quanto segue:

non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie. Medicinalive ed i medici coinvolti in questa rubrica propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock