Leucemia acuta, cura con cellule geneticamente modificate?

di Ma.Ma. Commenta

Un importante esperimento si è svolto all’ospedale San Raffaele di Milano su malati di leucemia acuta: un tentativo di nuova cura con cellule geneticamente modificate. Il team di ricerca che ha condotto lo studio ha preso in esame il sistema immunitario dei pazienti affetti da questa malattia e da qui è partito per con una indagine approfondita che ha messo in evidenza importanti scoperte e un modo nuovo per combattere le cellule tumorali. Ecco di che cosa si tratta.

La ricerca portata avanti ha preso in esame il sistema immunitario dei malati di leucemia acuta identificando un sottotipo di linfociti T della memoria immunologica che dura negli anni e che potrebbe essere la chiave per combattere efficacemente i tumori. In che modo? Modificando geneticamente il linfocita e andando così a rafforzare il sistema immunitario del malato. Lo studio si è basato su soggetti malati di leucemia acuta che avevano subito un trapianto di midollo osseo essendo poi stati successivamente sottoposti alla terapia genica TK sviluppata da MolMed. In laboratorio i ricercatori hanno previsto l’infusione di linfociti T del donatore, modificati geneticamente con il gene “suicida” TK, una procedura buona per fornire al paziente un sistema immunitario nuovo in grado di combattere le cellule tumorali e di difendere quindi l’organismo dagli attacchi esterni (le infezioni, per esempio, sempre molto pericolose nei soggetti che soffrono di leucemia acuta).

Il professor Fabio Ciceri, direttore dell’Unità di Ematologia che ha portato avanti questa sperimentazione, ha sottolineato l’importanza di questo esperimento:

Un esempio efficace di questa strategia è usare le stesse cellule del paziente modificate in laboratorio per renderle in grado di attaccare e distruggere le cellule malate. In pratica la cura viene costruita direttamente con cellule del paziente, “equipaggiate” in laboratorio con armi in grado di combattere le cellule cancerose. E’ una cura molto complessa, ma ha dato risultati che fanno davvero ben sperare

Ti potrebbe interessare anche:

LEUCEMIA NEI BAMBINI, NUOVA CURA CONTRO LE RICADUTE

LEUCEMIA LINFOBLASTICA ACUTA, ARRIVA LA CURA GENICA

Photo Credits | science photo / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>