Metastasi al polmone, ipertermia utile?

di Cinzia Iannaccio Commenta

Richiesta di Consulto Medico su metastasi al polmone ed ipertermia
Mio padre è stato sottoposto ad intervento di nefrectomia renale. In seguito si sono riscontrati secondarismi polmonari. Si è iniziato un trattamento farmacologico con votrient ma è risultato tossico e si è sospesa la terapia. Trattasi di soggetto di 80 anni.Vi chiedo se è possibile sottoporlo a ipertermia?

metastasi polmone ipertermia utile

Specializzazione: Oncologia
Tipo di Problema: Secondarismo polmonare (metastasi) ed ipertermia

Risponde il Prof. Carlo Pastore oncologo e chemioterapista, consulente per l’area oncologica e per l‘ipertermia capacitiva per l’Hilu Medical Center (Marbella, Spagna) e presso il Centro di Medicina Integrativa in Malaga (Spagna), nonché responsabile della divisione di oncologia medica ed ipertermia oncologica della Casa di Cura Villa Salaria in Roma, membro dell’ESHO (European Society for Hyperthermic Oncology). Per contatti www.ipertermiaitalia.it

 

Gentile Sig., l’ipertermia in oncologia è un trattamento di combinazione rispetto a chemioterapia antiblastica e/o radioterapia. Certamente, in condizioni particolari, se non è possibile accedere ad altre terapie per tossicità, età, condizione generale, esami ematochimici alterati eseguire ipertermia è comunque utile. Cari saluti Prof. Carlo Pastore, oncologo.

 

 

Potrebbero interessarvi anche i seguenti post su argomenti simili:

 

 

Se avete altre domande da porre ai nostri specialisti visitate la pagina specifica “Chiedi all’esperto, consulti online su Medicinalive”.

Vi ricordiamo che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie: Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock