Sindrome carcinoide, questi i sintomi?

di Cinzia Iannaccio 0

Richiesta di Consulto Medico su sindrome carcinoide
Buongiorno, vorrei brevemente esporre il mio caso: maschio caucasico 25 anni sportivo da qualche anno soffro di attacchi di diarrea al ritmo di 2 scariche al giorno solitamente al risveglio e/o dopo i pasti (ho sempre dato poca importanza alla cosa), da circa 1 anno e mezzo si è aggiunto un disturbo molto fastidioso di arrossamento cutaneo su tutto il viso, il collo e il petto accompagnato da flush molto intensi. Questi si scatenano soprattutto dopo i pasti abbondanti, per assunzione di alcool, durante gli sforzi fisici (in questo caso il rossore permane molto più a lungo e si estende sulle spalle fino alla v deltoidea) in situazioni di stress, spesso ma non sempre per sbalzi termici e per esposizione al sole………

Si tratta molte volte di flushing secco ma in alcuni casi la sudorazione è molto abbondante. Tutto questo è accompagnato da palpitazioni lungo tutto il rachide compreso il capo (detto in soldoni sento il cuore battere in testa e sulla schiena) e da saltuario dolore al petto simil anginoso. Come se non bastasse da qualche mese si sono aggiunte delle fastidiosissime fascicolazioni intermittenti ma senza una localizzazione precisa. Documentandomi su internet (cosa molto sbagliata ma del resto anche naturale) ho notato che parecchi sintomi possono essere riscontrati in una sindrome carcinoide, secondo il vostro parere di esperti sarebbe il caso di approfondire il discorso e fare esami più specifici (previa visita endocrinologica) oppure i sintomi che le ho descritto non c’entrano nulla con la patologia e posso stare sereno? Vi segnalo inoltre che non ho avuto cali ponderali di peso in questi anni e che la mia pressione arteriosa (soprattutto la massima) è di poco sopra la norma 135/80 a risposo e con picchi registrati durante un test sotto sforzo di 230/100.

Specializzazione Endocrinologia e malattie metaboliche
Tipo di Problema sindrome da carcinoide?

Poiché la sindrome carcinoide è una forma di tumore il consulto è stato rivolto anche all’oncologo. Ecco le risposte dei nostri esperti:

 

Risponde il dott. Carlo Pastore oncologo e chemioterapista, consulente per l’area oncologica e per l‘ipertermia capacitiva per l’Hilu Medical Center (Marbella, Spagna) e presso il Centro di Medicina Integrativa in Malaga (Spagna), nonché responsabile della divisione di oncologia medica ed ipertermia oncologica della Casa di Cura Villa Salaria in Roma, membro dell’ESHO (European Society for Hyperthermic Oncology). Per contatti www.ipertermiaitalia.it

 

Gentile Utente, a mio avviso la sintomatologia è più riconducibile ad attacchi di panico con vasodilatazione periferica, alvo colitico, sudorazione, tachicardia. Ovviamente un check up globale può essere indicato per escludere ogni altra causa organica. Ma, per quel che leggo, mi sento di poter dire che assai verosimilmente i controlli avranno un esito tranquillizzante. Cari saluti Dott. Carlo Pastore, oncologo.

 

Risponde il Dr. Mario Francesco Iasevoli, medico- chirurgo, andrologo, specialista in Endocrinologia e Malattie del metabolismo. Per appuntamenti Email: [email protected] Segreteria cell. 3458092414. Riceve a Pompei (Na), in Via Roma,81. Si prega di utilizzare il numero telefonico ESCLUSIVAMENTE per appuntamenti e non per richieste di ulteriori consulti.

Salve, i sintomi descritti sono molto comuni ed aspecifici, riconducibili a molte altre patologie, ma anche a semplice condizione ansiosa; la sindrome da carcinoide è una patologia rara che in genere colpisce persone sopra i 50 anni; alcuni sintomi sono riconducibili ad essa altri sono assenti; reputo di certo necessaria una valutazione internistica dei sintomi e diagnosi differenziale tramite accertamenti; si rivolga ad un internista che poi saprà indicarla la necessità di ulteriori accertamenti
Cordiali saluti

 

 

Leggi anche:

Sindrome carcinoide

 

 

Se avete altre domande da porre ai nostri specialisti visitate la pagina specifica “Chiedi all’esperto, consulti online su Medicinalive”.

Vi ricordiamo che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>