Sindrome carcinoide

di Marco Mancini Commenta

Sindrome carcinoide

La sindrome carcinoide è un gruppo di sintomi associati con i tumori carcinoidi (tumori del piccolo intestino, colon, appendice, bronchi e polmoni).

CAUSE: La sindrome carcinoide è il modello di sintomi visti nelle persone con tumori carcinoidi. Questi tumori sono rari, e spesso a crescita lenta. La sindrome carcinoide si verifica solo il 10% delle volte, di solito dopo che il tumore si è diffuso al fegato o ai polmoni. Questi tumori rilasciano troppa serotonina, così come molti altri prodotti chimici che causano la dilatazione dei vasi sanguigni. Oggi sono di più, rispetto al passato, i tumori carcinoidi che vengono diagnosticati.

SINTOMI: La maggior parte dei tumori carcinoidi non hanno sintomi. Quando i sintomi si verificano, possono includere:

  • Dolore addominale che viene e va;
  • Rossore del viso;
  • Diarrea (può essere esplosiva e grave);
  • Palpitazioni;
  • Pressione sanguigna bassa;
  • Dispnea.

Talvolta i sintomi sono causati dalla fatica fisica, o dal bere o mangiare cose come formaggi, cioccolato, o vino rosso.

DIAGNOSI: La maggior parte di questi tumori vengono rilevati durante l’intervento chirurgico addominale. Un esame fisico può mostrare:

  • Lesioni della valvola cardiaca;
  • I segni di malattia da carenza di niacina (pellagra).

Gli esami possono comprendere:

  • 5 livelli HIAA nelle urine;
  • Esami del sangue (compreso quello della serotonina);
  • Tomografia Computerizzata e risonanza magnetica;
  • OctreoScan (per identificare la maggior parte carcinoidi ed altri tumori neuroendocrini).

TERAPIA: L’intervento chirurgico serve per asportare il tumore. Si può curare in modo permanente se il tumore viene completamente rimosso. Se il tumore si è diffuso al fegato, il trattamento prevede la distruzione della fornitura locale di sangue o la chemioterapia direttamente nel fegato. Quando il tumore intero non può essere rimosso, eliminare grandi porzioni di tumore può aiutare ad alleviare i sintomi. Iniezioni di sandostatina (octreotide) talvolta vengono prescritte a persone con tumore carcinoide avanzato, che non possono essere curate con la chirurgia. Questo farmaco può bloccare e invertire la crescita tumorale. L’interferone è spesso somministrato con l’octreotide per aiutare a fermare la crescita tumorale.

Un antagonista della serotonina può essere prescritto per controllare la diarrea e un cattivo assorbimento delle sostanze nutritive dall’intestino (malassorbimento). Una delle varie combinazioni di chemioterapia può essere somministrata in via endovenosa o per via orale. Se una combinazione non funziona, un’altra combinazione può essere efficace. Circa un terzo dei pazienti traggono beneficio dalla chemioterapia.

Evitare di bere alcool, pasti abbondanti e cibi ricchi di tiramina (formaggi stagionati, avocado, molti alimenti lavorati), in quanto possono innescare i sintomi. Alcuni farmaci comuni, come gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI, come Paxil, Serzone e Prozac) possono peggiorare i sintomi a causa dei crescenti livelli di serotonina. Tuttavia, non interrompere l’assunzione di questi farmaci a meno che non sia il medico ad ordinarlo.

PROGNOSI: Le prospettive di guarigione sono diverse tra pazienti con tumori carcinoidi e pazienti con la sindrome carcinoide. Nelle persone con la sindrome, il tumore è generalmente diffuso al fegato, che abbassa il tasso di sopravvivenza. Le persone con sindrome carcinoide hanno anche maggiori probabilità di avere un tumore separato (secondo tumore primario), allo stesso tempo. Le prospettive sono più favorevoli, grazie a nuovi metodi di terapia come la Sandostatina. Possibili complicazioni possono essere:

  • Aumento del rischio di cadute e di lesioni (da bassa pressione sanguigna);
  • Occlusione intestinale (da tumore);
  • Sanguinamento gastrointestinale;
  • Scompenso cardiaco.

Contattare un medico se rilevate i sintomi della sindrome carcinoide.

PREVENZIONE: Il trattamento del tumore riduce il rischio di sindrome carcinoide.

Fonti: [Kulke MH. Presentazione clinica e la gestione dei tumori carcinoidi. Hematol Oncol Clin North Am. 2007; http://health.nytimes.com/health/; Robertson RG, Geiger WJ, Davis NB. I tumori carcinoidi. Am Fam Physician. 2006]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>