Lesione legamento crociato anteriore e operazione

di Valentina Cervelli Commenta

La lesione del legamento crociato anteriore dipende da una distorsione molto importante del ginocchio. Si tratta di un trauma sportivo molto frequente che può essere sistemato grazie ad un’operazione specifica di riparazione. Vediamo insieme come.

Operazione chirurgica per lesione legamento crociato anteriore

L’operazione, in caso di lesione del legamento crociato anteriore,  viene programmata in base a specifici criteri: età e condizioni del paziente, grandezza della lesione ed potenziali ulteriori problemi del ginocchio. Sono tre le tipologie di intervento più diffuse:

  • Ricostruzione con tendini del semitendinoso (ST) e gracile (GR) autologo;
  • Ricostruzione con tendine rotuleo autologo;
  • Ricostruzione con allograft (tendine da donatore).

Nella maggior parte dei casi si punta ad un prelievo di tendini autologo, ovvero dallo stesso paziente, favorendo la prima tipologia di approccio: essa utilizza i tendini di due muscoli della coscia che vengono fatti passare chirurgicamente attraverso un tunnel osseo in articolazione. La ricostruzione del legamento crociato anteriore con tendine di donatore viene usato solo se si ha la necessità di ricostruire più legamenti allo stesso tempo o per interventi di revisione.

 

L’operazione avviene in artroscopia, con una tecnica mininvasiva, in modo tale da dimezzare lo stress e le conseguenze per il paziente. Si può scegliere tra tre tipi di anestesia: generale, locale (coinvolgendo il blocco nervoso periferico dei nervi dell’arto inferiore, N.d.R.) e spinale.  Dal punto di vista chirurgico sono tutte ugualmente valide: generalmente si tende a tenere conto dei desideri e delle esigenze della persona.

Degenza e post operatorio lesione legamento crociato anteriore

Il tempo medio di degenza necessario per operare su una lesione del legamento crociato anteriore è di 1-2 giorni. Sebbene nel post-operatorio vi sarà la necessità di fare della riabilitazione specifica e ulteriori controlli, di solito un normale attività lavorativa sedentaria può essere ripresa dopo 7 -10 giorni: una pesante dopo 2-3 mesi. I punti di sutura dell’intervento in artroscopia vengono rimossi dai 12 ai 14 giorni dopo l’operazione. La riabilitazione inizia il giorno dopo l’intervento in ospedale o appena giunti in casa secondo indicazioni dell’esperto.

 

Fonte | IOR

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>