Mal di schiena effetto collaterale ora legale?

di Valentina Cervelli 0

Mal di schiena e ora legale? Sono collegati più di quanto si possa immaginare. Il cambio di orario infatti può avere influenza sulla postura della persone aggravando i sintomi del mal di schiena in coloro che ne soffrono. Lo spiega il prof. Alessandro Napoli, dell’Università di Napoli.

E’ di certo una correlazione della quale si sa davvero poco. E’ la mancanza di sonno che nasce dal passaggio all’ora legale la chiave di questo aggravamento sintomatologico.  Quello che molti ignorano è che mentre si dorme, il corpo umano “provvede” alla riparazione dei tessuti che lo compongono: riposare di meno porta ad un minore tempo a disposizione per fare ciò. Non solo: la mancanza di sonno provoca degli squilibri chimici nel cervello che portano la persona a sentire di più il dolore. E questo è facilmente riscontrabile in un dato statistico noto: coloro che non dormono il giusto hanno maggiori possibilità si avere problemi di dolore cronico.

Ovviamente questo affaticamento dei muscoli della schiena influisce sulla colonna vertebrale, che a sua volta crea problemi di postura che causano ulteriore mal di schiena: è un circolo vizioso di stress e dolore che il cambio dell’ora non aiuta a risolvere. Come fare quindi? Basta mettere in pratica un po’ di buon senso e trovare il modo per prendersi cura della propria schiena modificando il proprio stile di vita.

La prima cosa da fare è modificare un pizzico la propria alimentazione: approfittando dell’ora legale è bene aggiungere alla propria dieta finocchio e carote (anche estratti, N.d.R.), asparagi e carciofi. Sono tutti ricchi di antiossidanti in grado di aiutare il corpo a rimanere in salute combattendo i radicali liberi. Alcol e zuccheri raffinati dovrebbero essere banditi. Una giusta attività fisica per allenare i muscoli è altrettanto consigliata: mantenere i muscoli della schiena e del corpo tonici deve essere l’obiettivo. Ginnastica posturale di mantenimento ed uno stile di vita tranquillo aiuteranno l’organismo ad affrontare quest’ennesima prova.

Photo Credits | phloen / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>