Osteocondropatia caviglia, quale terapia?

di Cinzia Iannaccio 0

Richiesta di Consulto Medico
“Egr. dottore, dopo una grave distorsione alla caviglia destra con lesione distrattiva di alto grado del legamento peroneo astragalico-anteriore e parcellare del legamento peroneo calcaneare con iperemia subcontrale del malleolo peroneale ho ancora problemi. Dopo un mese la risonanza di controllo ha messo in evidenza: iniziale reazione cicatriziale del comparto capsulo-legamentoso tibio-tarsico esterno con incremento però dell’area di iperemia trabecolare ossea tibiale associata ad osteocondropatia. Quale terapia ritiene opportuna per una buona guarigione della caviglia? La ringrazio anticipatamente per la sua disponibilità. Cordiali Saluti.”

Specializzazione Ortopedia e Medicina dello Sport
Tipo di Problema Osteocondropatia

Risponde il professor Francesco Bizzarri specialista in ortopedia e traumatologia, medico dello sport, dipendente dell’Università di L’Aquila e presidente nazionale della Società Italiana di Ginnastica Medica.

Per contatti diretti: [email protected] o al cellulare 338/5665050

“Egr.Sig. ,l’osteocondropatia è una patologia della cartilagine articolare,in questo caso una complicanza dell’evento traumatico subito dal collo piede dx. Sarebbe dovuto stare in scarico per un periodo di circa 10/15 gg in gesso per poi iniziare una FKT.Faccia della Magnetoterapia e della Tecarterapia.Naturalmente faccia tanta ma tanta propriocettiva.Saluti F.Bizzarri”.

>> Leggi tutte le risposte del Dottor Francesco Bizzarri

Potrebbero interessarvi anche i seguenti post di argomenti simili

Osteomalacia, cos’è, cause e cosa fare

Distorsione alla caviglia, l’infortunio più diffuso tra chi fa sport

 

Se avete altri dubbi o domande da porre ai nostri esperti visitate la pagina dedicata all’invio dei quesiti Chiedi all’esperto, consulti online su Medicinalive, ricordando quanto segue:

non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie. Medicinalive ed i medici coinvolti in questa rubrica propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>