Caffè, quale quantità è pericolosa per la salute?

di Valentina Cervelli Commenta

Il caffè è da anni al centro di studi di opposta tendenza che puntano a scoprire quanto effettivamente faccia bene o male alla salute. Quel che è certo, è che è la quantità che ne beviamo a caratterizzarne l’effetto, come ci spiega una ricerca condotta recentemente dagli scienziati dell’Università della California del Sud.

Prima che iniziate a discutere leggendo, partiamo da un presupposto: vi sono numerosi studi pregressi che dimostrano quanto effettivamente il caffè apporti dei benefici all’organismo se consumato in dosi ragionevoli. E’ proprio della misura nella quale noi beviamo il caffè che dobbiamo parlare. Le quantità devono essere adeguate. E’ come l’acqua: se se ne bevono due litri al giorno è perfetta, se se ne beve di più, vi è il rischio di uno squilibrio elettrochimico.

Ed è proprio su questo “problema” che gli scienziati americani si sono soffermati, tentando di stabilire un limite il più possibile netto alla quantità definibile pericolosa, studiando un campione moto ampio di cittadini abituali consumatori di caffè. Il dottor. Steven Blair ed i suoi colleghi hanno scoperto che in coloro che consumavano circa quattro tazze di caffè al giorno, il rischio di mortalità precoce saliva del 56%. E’ un dato interessante perché relativo a qualsiasi causa o malattia. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Mayo Clinic Proceedings e si è basata su un campione di 40 mila persone di età compresa tra i 20 e gli 87 anni. Di questi, durante il periodo di follow up, ne sono morti più di 2500.

Gli scienziati non sono hanno rivelato che ad una maggiore quantità di caffè consumato corrispondeva una mortalità maggiore come sopra descritto, ma anche ad una peggiore salute polmonare e cardiaca ed una inclinazione a comportamenti poco sani. Commentano i ricercatori:

L’esatto meccanismo tra caffè e mortalità deve ancora essere chiarito. Il caffè è ricco di caffeina, che ha il potenziale di stimolare il rilascio di adrenalina, inibire l’attività dell’insulina, e aumentare la pressione del sangue. Il comportamento relativo al pesante consumo di caffè potrebbe aggiungersi agli effetti di altri comportamenti non salutari, come dormire fino a tardi, e seguire una dieta povera.

Consumate quindi il caffè con oculatezza, e puntate a condurre uno stile di vita adeguato.

Fonte| Mayo Clinic Proceedings

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>