Il primo embrione geneticamente modificato è stato messo alla luce e poi distrutto

di Tiziana Veronico 0

Un esperimento dell’Università di Cornell (USA) effettuato un anno fa di cui si viene a sapere solo oggi: la creazione di un embrione modificato geneticamente, un embrione umano Ogm insomma, al pari di pomodori, zucchine e frutta modificate geneticamente affinchè nascano perfetti. Quali aspetti inquietanti nasconde? Cosa può significare un embrione umano geneticamente modificato? Dopo 5 giorni dalla sua creazione è stato distrutto.


L’annuncio è stato lanciato dalla Human Gentic Alert, un’associazione inglese di volontariato che si batte in Inghilterra affinchè le leggi agiscano in modo restrittivo su ciò che riguarda la sperimentazione di materiale biologico umano. Sarà che la Gran Bretagna sta legiferando in questi giorni sullo stesso tema e sembra che sia disponibile ad aprirsi a certi tipi di esperimenti, ma sta di fatto che la Human Gentic Alert e la stampa americana avrebbero lanciato molto tempo fa la denuncia, 1 anno fa, se si fosse venuto a sapere prima che addirittura si è tenuto un congresso a Cornell per presentare lo studio sull’embrione Ogm. Dunque tutto è passato in sordina, silenziosamente. Perchè?

Evidentemente la creazione di un embrione geneticamente modificato apre scenari inquietanti, riflessioni su temi etici di non poco conto, tanto da portare i ricercatori a distruggere “la scoperta” dopo 5 giorni. Si pensi solo al fatto che tale embrione Ogm è stato prodotto da un embrione umano non usato per la fecondazione assistita in cui è stato inserito un gene, quello di una proteina fluorescente, con lo scopo di intervenire sull’attivazione di alcuni geni presenti durante la fase di sviluppo embrionale. Lo scopo di tutto ciò è la creazione di embrioni modello da utilizzare per lo studio di alcune malattie ma anche per correggere quei difetti genetici che si formano al momento del concepimento.”Per la creazione della razza perfetta” direbbe Hitler.

E’ il primo passo verso l’eugenetica, ovvero quella pseudoscienza che si occupa del perfezionamento della specie umana. Come? Attraverso lo studio, la selezione e promozione dei caratteri positivi sia fisici che mentali, e la rimozione dei caratteri negativi. L’evoluzione della ricerca è stata segnata da questo primo embrione. Ma l’autorità inglese sugli esperimenti genetici ha lanciato, in questi giorni, un preoccupante allarme sull’eticità di queste ricerche; la Human Gentic Alert parla di irresponsabilità degli scienziati. Pensare a un futuro di essere umani perfetti, se non di più, lascia tutti perplessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>