Sperimentata un’aspirina che non danneggia lo stomaco

di Paola Commenta

Finalmente la tradizionale pillola analgesica si rinnova a favore dello stomaco.
Un gruppo di ricercatori italiani ha elaborato un derivato dell’aspirina che non ha controindicazioni.

La ricerca è stata effettuata dai chimici dell’università di Torino e di Parma, che hanno studiato le caratteristiche di un derivato dell’acido acetilsalicilico, il principio attivo dell’aspirina.
Questo derivato si ottiene attaccando alla molecola un gruppo chiamato nitrossiacilico, che fa in modo che gli acidi dello stomaco non attacchino il farmaco, facendolo così assorbire meglio dal sangue. Addio mal di testa, addio mal di stomaco? Vedremo! [via]