Un eccessivo consumo di uova è legato ad un aumento del rischio di mortalità.
La relazione dannosa è valida solo per gli uomini e si riferisce ad una media settimanale che superi le sette uova.

E’ quanto emerge da uno studio condotto da ricercatori americani e pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition.
Gli esperti, basandosi sui risultati della ricerca, consigliano agli uomini di mezza età di ridurre drasticamente il consumo di uova. Cerchiamo di capire perchè.


Gli uomini che mangiavano più di sette uova a settimana registravano un aumento delle probabilità di morire prima, rispetto a quelli con un consumo più modesto.
Secondo quanto affermato dal Dr. Luc Djousse e dal Dr. J. Michael Gaziano del Brigham and Women’s Hospital e dell’Harvard Medical School:
Gli uomini che non soffrivano di diabete riuscivano a consumare senza conseguenze più di sei uova a settimana.
Il rischio è limitato ai diabetici con un aumento considerevole del rischio di mortalità, pari al 23%.
L’alto consumo di uova aumenterebbe le probalità di insorgenza di infarto ed ictus.
Ciò è dovuto all’alta percentuale di colesterolo che contengono, che va ad intasare ed ostruire le arterie.

I ricercatori, tuttavia, cercano di non destare inutili allarmismi affermando che:
Le uova, come qualsiasi altro alimento, non fanno male se inserite all’interno di una dieta varia e bilanciata.
Uno al giorno non nuoce alla salute: è il consumo esagerato che provoca conseguenze deleterie per l’organismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>