Citomegalovirus, nuovo test del dna per individuarlo

di Valentina Cervelli 1

Citomegalovirus, un nuovo test del dna potrà rendere più semplice la sua diagnosi. Si tratta di un virus del quale una persona può essere portatore sano (statisticamente parliamo dell’80% degli adulti, n.d.r) senza che quest’ultimo porti gravi conseguenze. Spesso rimane inattivo per tutta la vita, talvolta periodicamente si riattiva e causa sintomi para-influenzale.

Nelle persone immunodepresse e nei neonati l’attivazione del virus può portare a complicanze molto serie ed in alcuni casi fatali. Basta pensare che nei neonati è la prima causa di perdita di udito e disabilità mentale.

Negli Stati Unti, dove si stima che almeno un bambino su 750 presenta alla nascita per trasmissione fetale il virus con le conseguenti patologie,  è stato messo a punto un nuovo esame, come già anticipato basato sull’analisi del dna che consentirebbe di conoscere per tempo se il feto sia affetto da citomegalovirus. Un test accolto con tutta la gloria necessaria anche in Europa. Si chiama Realtime PCR (dove quest’ultimo acronimo sta per reazione a catena della polimerasi, n.d.r) e consente in modo rapido e preciso non solo di accertarsi della presenza del virus, ma anche di trovare il modo di intervento più adatto a seconda del contagio.

Va ricordato che questo virus appartiene alla famiglia dell’herpes. Una volta contratto esso può rimanere latente tutta la vita ma può creare disturbi molto seri per chi non ha un buon sistema antimmunitario.Si tratta di uno dei virus maggiormente fattore di rischio nei trapianti ed una delle maggiori complicanze per i malati di Aids. Se contratto in gravidanza, il virus viene automaticamente passato al feto che può sviluppare non solo sordità e disabilità, ma anche malformazioni gravi.

Al momento poi non esiste vaccino per questo virus. E la migliore prevenzione consiste in una ottima igiene personale, dato che il contagio può avvenire per contatto tra le persone, sia attraverso la saliva che attraverso i rapporti sessuali.

Articoli Correlati:

Citomegalovirus: può dare pressione alta?

Citomegalovirus in gravidanza

Fonte: Corriere della sera

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>