Influenza 2015, cura sintomi intestinali

di Valentina Cervelli Commenta

Come curare i sintomi intestinali dell’influenza 2015? Il picco dell’infezione è ancora lontano: questo non toglie che già in questi giorni, complici i passati sbalzi di temperatura, si abbia il bisogno di conoscere come approcciare la sintomatologia della patologia.

Sintomi intestinali dell’influenza

Quando si pensa al virus dell’influenza immediatamente sono raffreddore, mal di gola e febbre i sintomi che vengono identificati con maggiore facilità. Non di rado si tende a dimenticare che questa malattia comporta anche la presenza di problemi all’apparato gastrointestinale: nausea, diarrea, e nei casi più gravi anche mal di stomaco e vomito. Essi non vanno sottovalutati: insieme al quadro sintomatologico completo rischiano di lasciare uno strascico importante nei contagiati, soprattutto se gli stessi sono bambini e quindi dotati di una resistenza più bassa al virus rispetto agli adulti.

Curare i sintomi intestinali

A seconda della sintomatologia dell’influenza che si sperimenterà si dovrà agire in modo diverso. Le raccomandazioni classiche relative alla cura del virus rimangono sempre valide: stare al caldo, bere più liquidi possibile, mangiare e prendere del paracetamolo per abbassare la febbre in caso di temperature che superino i 38 gradi.

Ma quale è la cura per i sintomi intestinali dell’influenza? Prima di tutto seguire una dieta molto leggera e composta di cibi adeguati allo stato di salute. E’ necessario evitare alimenti che possano appesantire o risultare non digeribili. Bisogna puntare su frutti come le banane in grado di reintegrare potassio e magnesio, i cui livelli scendono nell’organismo in caso di diarrea. Sono importanti perché in questo modo si evita anche la comparsa di dolorosi crampi muscolari. Per combattere la nausea si può odorare o succhiare delle fettine di limone. In quest’ultimo caso si sperimenterebbe un duplice effetto benefico: il succo pieno di vitamina C aiuta il sistema immunitario a combattere la patologia.

Riso, patate e pollo, unite ad un brodo leggero di verdura sono gli alimenti da prediligere. In caso la diarrea dovesse protrarsi per più scariche si possono assumere farmaci come il loperamide, in grado di agire direttamente sul sintomo della diarrea bloccandolo.

Photo Credits | Antonio Guillem / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>