Conoscere i sintomi del morbo di Parkinson per combatterlo

di Tippi Commenta

 

In Italia sono circa 250mila le persone affette dal morbo di Parkinson, una patologia neurodegenerativa, che generalmente si manifesta a partire dai 60 anni di età, sebbene sempre più spesso colpisca persone anche più giovani, a partire dai 30-40 anni. Come ha sottolineato la Limpe (Lega Italiana per la lotta contro la malattia di Parkinson, le sindromi extrapiramidali e le demenze) in occasione della Giornata Nazionale, migliorare la conoscenza su prevenzione e terapie è l’unica arma per combattere questa malattia.

Un’indagine condotta di recente dall’Eurisko, infatti, ha mostrato come il 78% dei pazienti con il morbo di Parkinson non conosce i sintomi della patologia, e ben l’87% non aveva pensato nemmeno lontanamente di soffrirne prima della diagnosi. Come ha spiegato il professor Fabrizio Stocchi, direttore del Centro per lo studio e la cura del morbo di Parkinson e disturbi del movimento dell’Ircss San Raffaele Pisana di Roma:

L’esordio è in genere con sintomi motori, che possono essere una sorta di campanello d’allarme, ad esempio movimenti rallentanti, tremore (anche se non in tutti i casi), rigidità muscolare, perdita di espressione facciale. A questi poi possono associarsi perdita dell’olfatto, stipsi, depressione, forte agitazione durante il sonno.

Nella fase intermedia-avanzata della malattia, i problemi di equilibrio e deambulazione diventano più evidenti e le cadute sono frequenti. Inoltre, sebbene le donne siano colpite dal morbo di Parkinson meno frequentemente rispetto agli uomini, hanno maggiori probabilità di sviluppare complicanze legate alla malattia, compresa la depressione.

Per combattere efficacemente il Parkinson, una patologia che ha un buon successo terapeutico, l’arma più efficace è la diagnosi precoce. Tuttavia, non è sempre facile arrivare a diagnosticare la malattia. In genere è possibile farlo nei casi di persone che hanno avuto già in famiglia episodi di Parkinson. Per quanto riguarda le terapie, si stanno affermando la stimolazione elettrica del cervello e le terapie geniche.

Limpe – Lega Italiana per la lotta contro la malattia di Parkinson, le sindromi extrapiramidali e le demenze; Photo Credit| Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>