NEXAVAR Bayer (Sorafenib)

Nexavar

NEXAVAR, Bayer

CATEGORIA: Farmaci antineoplastici, inibitore della protein-chinasi.

FORMA FARMACEUTICA: Compresse rivestite

PRINCIPI ATTIVI: Sorafenib

INDICAZIONI: Indicato nel trattamento di pazienti con epatocarcinoma (HCC). Viene impiegato anche nei soggetti con carcinoma a cellule renali in stadio avanzato e dopo fallimento terapeutico ad una precedente terapia a base di interferone alfa o interleuchina-2 o quando queste terapie non possono essere utilizzate.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI: Ipersensibilità al principio attivo e/o ad uno dei suoi componenti. Il trattamento può essere intrapreso solo sotto stretto controllo di un medico specialista. Possono verificarsi effetti collaterali quali nausea, vomito, diarrea ed altri disturbi gastrointestinali, reazione cutanea mano-piede e rash in altre parti del corpo, comparsa o peggioramento dell’ipertensione, aumento del rischio di sanguinamento, insorgenza di problemi cardiovascolari e riduzione della funzionalità epatica.
Non somministrare nei pazienti con età inferiore ai 18 anni, in gravidanza ed allattamento. Nei pazienti over 65 non è prevista una riduzione del dosaggio, ma la terapia con Nexavar va monitorata dal medico. 

NOTE: L’immissione in commercio di Nexavar, avvenuta ad ottobre 2007, ha permesso di dare una speranza ai tanti pazienti affetti da epatocarcinoma (HCC), la forma più diffusa di tumore epatico (90% delle neoplasie che interessano il fegato sono di questo tipo). Il prodotto a base di sorafenib è il primo farmaco sistemico nella sua categoria ed anche l’unico ad aver registrato un incremento significativo, per quantità e qualità, nella sopravvivenza dei pazienti. Gli studi condotti hanno rilevato un aumento della durata della vita media di circa 10 mesi. L’efficacia è data dal meccanismo d’azione di Nexavar che va ad agire direttamente sulle chinasi, ovvero le proteine specifiche della cellula tumorale, inibendo la sua proliferazione e di consguenza la crescita della forma neoplastica. Il Nexavar è prescrivibile e rimborsabile dal SSN.

Altri farmaci inibitori delle protein-chinasi: Tarceva, Glivec, Sutent

[Fonti principali: AAVV, PagineSanitarie.com, AAVV, MedicineLab.met, AAVV, EmeaEuropa.ue, AAVV, Bayer.it]

*Per ulteriori informazioni leggere il foglietto illustrativo. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.