Disturbi digestivi, cura con omeopatia

di Ma.Ma. Commenta

I disturbi digestivi possono acutizzarsi in presenza di stress e tensioni ma anche al cambio di stagione o in concomitanza con alcuni fattori specifici. In ogni caso, sottoporsi a visita specializzata è necessario ma parallelamente l’omeopatia può essere di aiuto specie quando il mal di stomaco è dovuto all’arrivo della primavera oppure a una marcata tensione.

Quali sono i rimedi omeopatici più indicati per la cura dei disturbi digestivi? La parola all’esperta, la dottoressa Manuela Gozzi:

MAL DI PRIMAVERA, CURA CON OMEOPATIA

Durante i cambi di stagione, i soggetti predisposti tendono a riacutizzare alcuni disturbi. Se il problema è la lentezza del processo digestivo, se sono presenti bruciore e marcato gonfiore allo stomaco, e prevale un continuo stato di sonnolenza, accompagnata da cefalea e naso chiuso, può essere indicato Lycopodium 30 CH, 3 granuli, 3 volte al giorno. Per chi soffre di bruciori di stomaco e acidità che causano grande agitazione e si accompagnano ad episodi caratteristici di dissenteria, suggerisco Argentum nitricum 30 CH, 3 granuli, 3 volte al giorno, per ridurre l’infiammazione della mucosa gastrica. La fitoterapia contribuisce in modo positivo al trattamento di questi disturbi a mezzo di due piante: Tilia tomentosa e Ficus carica, entrambe in macerato glicerico. La prima svolge un’azione quasi “ansiolitica”, intervenendo sull’aspetto emotivo del disturbo, la seconda contrasta iperacidità e gastrite ed è un valido alleato anche nel trattamento sintomatico del colon irritabile. Ne vanno assunte 50 gocce in poca acqua, 2 volte al giorno

Foto | Informazioni a cura della dottoressa Manuela Gozzi, farmacista esperta in omeopatia a Carpi (Mo)

Foto | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>