Mal di gola d’estate da aria condizionata e rimedi

di Tippi Commenta

Il mal di gola non va in vacanza… nemmeno d’estate, soprattutto se c’è lo zampino dell’aria condizionata. Lo sbalzo termico caldo-freddo, infatti, può causare l’infiammazione delle vie respiratorie. Senza contare il problema dei filtri presenti nei condizionatori, che spesso diventano veri e propri ricettacoli di funghi, acari, batteri e pollini che ugualmente possono provocare mal di gola e raffreddori.

Mal di gola da aria condizionata: sintomi

Tra i sintomi più frequenti del mal di gola ci sono:

  • Sensazione di gola secca o ruvida
  • Gola arrossata
  • Difficoltà a deglutire
  • Dolore nella respirazione o nel parlare
  • Calo o perdita della voce
  • Linfonodi ingrossati sotto la gola e ai lati del collo
  • Febbre

Mal di gola da aria condizionata: rimedi

Tra i rimedi naturali per alleviare il mal di gola troviamo:

  • Timo. Può essere molto utile nella cura del mal di gola poiché svolge una funzione disinfettante e battericida. Con poche gocce di olio essenziale di timo in acqua calda si possono fare dei gargarismi più volte al giorno. Si può usare anche la tintura madre, nella misura di 20 gocce diluite in tisane calde.
  • Salvia. Si tratta di un altro rimedio molto efficace contro il mal di gola, poiché vanta proprietà antisettiche e antibatteriche. Per preparare la tisana mettete 1 cucchiaino di foglie di salvia (essiccate) in 200 ml di acqua bollente. Lasciate in infusione per 10-15 minuti e filtrate. Bevetene una tazza più volte al giorno.
  • Malva. Grazie alle sue proprietà disinfettanti ed emollienti è molto utile in caso di mal di gola, tosse secca, e grazie alla ricchezza di mucillagini anche contro gastriti e sindrome del colon irritabile. Per preparare la tisana versate 100 g di malva essiccata (fiori e foglie) in 2 litri di acqua bollente. Lasciate in infusione per 10-15 minuti e filtrate. Bevetene 2 tazze al giorno, meglio se a stomaco vuoto.
  • Oli essenziali: sono molto utili per preparare i suffumigi. Fate bollire 1 litro di acqua, poi togliete la pentola da fuoco e aggiungete da 3 a 6 gocce di olio essenziale di menta piperita (vanno bene anche l’olio essenziale di limone, rosmarino, pino, ecc.). Lasciate riposare per qualche minuto e poi versate l’acqua in una bacinella. Chinatevi sopra, con la testa coperta da un asciugamano e respirate profondamente.

Anche l’omeopatia mette a disposizione diversi rimedi per la cura di questo fastidioso disturbo, tra cui l’Aconitum. Si ottiene dalla tintura madre della pianta omonima caratteristica per i suoi fiori blu scuro a forma di elmo, che cresce spontaneamente nei boschi di montagna in varie località d’Europa. Questo rimedio omeopatico è ad azione breve ed è efficace contro tutte le infiammazioni causa dall’esposizione al freddo e al vento secco. La dose consigliata è 5CH, 3 granuli ogni 3 ore.

Se, invece, preferite la medicina allopatica, potete usare gli antinfiammatori se il mal di gola è di origine virale o gli antibiotici se è di tipo batterico.

Mal di gola da aria condizionata: come prevenirlo

Per non incappare nel mal di gola estivo, la cosa migliore resta chiaramente la prevenzione. La prima regola è evitare gli sbalzi termici eccessivi, come? Portando con sé sempre uno scialle o un foulard quando si viaggia a bordo di mezzi di trasporto pubblici, in treno, in auto o in aereo, ma non solo. Anche supermercati e ipermercati, dove l’aria condizionata è sempre al massimo, possono favorire la comparsa del mal di gola.

Al mare, invece, è preferibile evitare di tenere addosso il costume bagnato per troppo tempo, condizione che per altro può aumentare anche il rischio di irritazioni e infezioni intime, soprattutto nelle donne. Anche l’alimentazione può aiutare a prevenire il mal di gola estivo rafforzando naturalmente le difese immunitarie. Via libera a frutta e verdura ricche di vitamine e preziosi Sali minerali.

Photo Credti| Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>