E’ possibile prevenire un suicidio?

di Cinzia Iannaccio 2

Prevenire un suicidio è possibile? Quante volte di fronte ad un contesto così drammatico ci si pone questa domanda, dalla risposta improbabile, soprattutto non univoca. Eppure qualcosa si può e si deve fare: per questo ogni anno si celebra la Giornata Mondiale della Prevenzione dei Suicidi. Il 10 Settembre è la data prescelta, che si arricchisce di iniziative ad hoc, per sensibilizzare su un fatto concreto: il suicidio è la principale causa prevenibile di morte prematura.

Secondo le stime dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ogni giorno si tolgono la vita circa 3000 persone, 60.000 i tentativi che, fortunatamente, non riescono. Il totale? Circa un milione l’anno. Dunque la risposta alla nostra domanda iniziale è sicuramente “Sì”, il suicidio si può prevenire, ma come? La IASP (Associazione Internazionale per la Prevenzione del Suicidio), che organizza questo World Day in collaborazione con la OMS, ha ancora una volta indicato come fare: ridurre i fattori di rischio psico-sociali, favorire un più semplice accesso alle cure ed aprire dibattiti sul tema per cancellare lo stigma ancora esistente nei confronti del suicidio, ma anche educare i professionisti dei servizi sanitari e sociali circa l’identificazione dei sintomi premonitori del suicidio.

Spesso si tratta di persone affette da depressione o disturbi mentali di vario tipo che andrebbero aiutate, supportate, avviate ad una adeguata terapia. Insomma, un lavoro che deve essere fatto in ambito politico-sociale, ma che non può lasciare indifferenti i singoli cittadini. In tutto il mondo si svolgeranno diverse iniziative, a Roma già da oggi incontri e dibattiti in tema, organizzati dal Servizio per la prevenzione del suicidio, dell’ospedale S.Andrea, diretto dal Prof. Maurizio Pompili, referente italiano della IASP,  sotto l’egida del Prof. Paolo Girardi, responsabile dell’U.O.C. di Psichiatria, il tutto presso lo stesso nosocomio. Partecipare è importante per capire come prevenire un suicidio.

In alternativa, basterà simbolicamente accendere una candela in prossimità di una finestra, verso le ore 20,00 del prossimo 10 Settembre, come lo scorso anno. In Italia in media si suicidano 4.000 persone ogni anno. Un numero pazzesco, che spaventa, che ci fa sentire soli e al contempo assenti per chi ha bisogno di noi. Non trovate?

Altri articoli in tema:

[Fonte: Iasp; Ospedale Sant’Andrea]