Attacchi d’ansia post partum come gestirli

di Cinzia Iannaccio 0

Richiesta di Consulto Medico su attacchi ansia post partum
Ho attacchi d’ansia la mattina ancora prima di alzarmi dal letto. Ho una bambina di 5 mesi e l’ansia è subentrata dopo due mesi dalla sua nascita. Non riesco a stare sola con lei in casa e vado in panico perché non so come impegnare la giornata e non so come intrattenerla. E’ normale? E cosa posso fare?

Specializzazione Psicologia e Psicoterapia
Tipo di Problema: Attacchi ansia post partum come gestirli con una bambina piccola

 

Risponde la dott. Maria Barbarisi Psicologa Forense e psicoterapeuta. La dottoressa Barbarisi effettua sedute di psicoterapia anche via Skype. Per contatti diretti: [email protected] tel. 3395995666.

 

 

Buongiorno, niente di allarmante: i tuoi attacchi d’ansia sono legati alla tua maternità. Ti spiego meglio: in genere quando una partorisce sente immediatamente la responsabilità della vita e del benessere del proprio figlio. Da qui possono nascere i dubbi di non riuscire a farcela da sola. Vedrai che passeranno da soli ma non mano che tu prenderai più confidenza con l’essere mamma e con la crescita della tua creatura. Se riesci a farti aiutare da qualcuno soprattutto nei momenti più tragici cioè quando devi allattare o fare il bagnetto o farla addormentare, ti sentirai più rilassata e meno ansiosa. Cerca comunque di dormire se puoi quando dorme la tua bambina in modo da recuperare lo stress post partum. Se hai bisogno di qualche consiglio in più contattami telefonicamente.

 

Leggi anche:

 

 
 

Per porre altri quesiti ai nostri specialisti potete visitare la pagina “Chiedi all’esperto, Consulti online su Medicinalive” ed inviare la domanda attraverso il form specifico.E’ doveroso da parte nostra ricordare e sottolineare che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>