Dire le bugie fa male alla salute

di Valentina Cervelli 0

Dire le bugie fa male alla salute. Ce lo rivela uno studio presentato all’ultimo incontro dell’American Psychological Association appena conclusosi nella citta di Orlando, in Florida. I ricercatori dell’Università di Notre Dame, coordinati dalla dott.ssa Anita Kelly, hanno scoperto che più si mente, più cala il benessere delle persone, a prescindere dal sesso e dall’età.

Per provare la propria ipotesi gli scienziati hanno sottoposto al test della macchina della verità 110 persone di età compresa tra i 18 ed i 71 anni, incrociando per un periodo di due mesi e mezzo il numero di bugie dette a settimana con lo stato di benessere dei partecipanti. Il bello di questa ricerca è che il malessere non si è manifestato solo da un punto di vista prettamente mentale e psicologico, ma ha anche coinvolto la sfera fisica dei volontari. Insomma, le persone sincere si ammalano di meno.

Coloro che dicono bugie hanno più possibilità di sviluppare mal di testa, mal di gola, cadere in depressione o sentirsi stressati. Gli studiosi si sono regolati in questo modo: hanno diviso i volontari in due gruppi. A uno è stato richiesto di non mentire mai, a nessuno e per nessuna ragione. Potevano non rispondere, omettere la verità nelle loro risposte ma non dire bugie. Mentre l’altro gruppo è stato sottoposto al test della macchina della verità senza nessuna istruzione. In entrambi i gruppi  le persone che non mentivano al controllo settimanale, corrispondeva uno stato di salute migliore.

Commenta la ricercatrice:

C’era un nesso molto forte fra il miglioramento del proprio stato di salute e della qualità delle proprie relazioni e la riduzione del numero di bugie quotidiane. Si evitavano problemi psicologici come la malinconia o le tensioni, e anche fisici come il mal di testa e il mal di gola.

Senza contare che le persone sincere hanno sperimentato miglioramenti sostanziali anche nelle relazioni interpersonali. Insomma, prendete nota: meno bugie, più salute!

American Psychological Association

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>