Progetto farmacia amica dell’allattamento

di liulai Commenta

Puoi entrare, allattare il tuo bam­bino, cambiarlo, chiedere consi­glio e risolvere i piccoli e grandi problemi che possono capitare e che spesso inducono ad abban­donare l’allattamento al seno. Tutto questo nelle farmacie che aderiscono a “Farmacia amica dell’allattamento materno“, un progetto ideato da Paolo Delaini, titolare della farmacia Borgo Mila­no di Verona, e promosso con l’associazione Il Melograno.

Ma Che cosa significa aprire le farmacie alle donne che allattano?

 Significa interpretare il proprio ruolo di servizio pubblico a favo­re del cittadino, accogliendo e accompagnando donne che attra­versano una fase della vita delica­ta. Noi desideria­mo aiutare le madri a continuare ad allattare fino ai 6 mesi e oltre, come raccomanda l’Orga­nizzazione mondiale della sanità.

Che cosa distingue  una farmacia “amica dell’allattamento”?

Un angolo comodo e accogliente, personale preparato all’incontro con la madre; e questo è impor­tantissimo, perché a volte basta saper ascoltare per far su­perare a una mamma un momento di crisi e aiutarla a non ricorrere all’allatta­mento artificiale. In questo senso i farmacisti si impegnano a non sottoporre le madri a meccanismi di marketing scor­retto, evitando di esporre immagi­ni pubblicitarie trappola, dove si  vedono mamme con bambini piccoli associate a oggetti di vendita. Inoltre, sugli scaffali del libero ser­vizio non sono esposti i prodotti sostitutivi del latte materno, per­ché questo tipo di acquisti venga filtrato dalla professionalità del farmacista.

Che cosa offre, in pratica, una farmacia così?

Magari anche soltanto una sedia su cui sedersi, un fasciatolo, un bagno per il cambio del pannoli­no. Dipende dallo spazio che si ha a disposizione. Ciò che fa la differenza è la preparazione del personale, che ha seguito un corso di formazione secondo i protocolli dell’Orris e deil’Unícef per il personale sanitario a con­tatto con le mamme. Inoltre, collaborando con i pediatri e le oste­triche del territorio, in caso di ne­cessità possiamo mettere a dispo­sizione una rete di assistenza che garantisca un rapido e immediato intervento e che permetta alla madre di non interrompere l’allat­tamento.

L’associazione Il Melograno si occupa dal 1981 di accompagnare i genitori dalla nascita dei figli fino ai loro primi anni di vita. Il sostegno all’allattamento è una delle priori­tà dell’associazione, perseguita con molte iniziative.  Spiega Isabella Sciarretta, responsabile nazionale del progetto

«Il progetto “Farmacia amica dell’al­lattamento materno” nasce dal desiderio di fornire un aiuto sul territorio alle mamme che spesso, una volta tornate a casa dall’ospe­dale, si ritrovano sole. Le farmacie, per la loro distribuzione capillare sul territorio e per la formazione del personale, sono il partner idea­le. Per l’adesione chiediamo la formazione dei titolari e di tutto il personale che lavora nella farmacia con corsi Ecm e l’adeguamento degli spazi al Codice internazionale sulla commercializzazione dei sostituti del latte materno».

 Per saperne di più si può  telefonare allo 045/8300908.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>