Sesso una volta a settimana per essere felici

di Valentina Cervelli Commenta

Più felici facendo sesso almeno una volta a settimana. Sarebbe questo il ritmo ideale da tenere per l’amore fisico secondo i ricercatori dell’Università di Toronto. Insomma: numero contenuto ma alta qualità.

Va cancellato l’ideale di avere un rapporto sessuale praticamente tutti i giorni: a quanto pare il sesso settimanale è ciò che serve per formare una coppia felice e soddisfatta. Si tratta senza dubbio di un ridimensionamento molto forte rispetto a ricerche pregresse e soprattutto abbatterebbe senza rimedio quella che in parte è una diffusa credenza popolare: ovvero più si è in intimità, maggiore è la felicità che si prova. La frequenza, secondo la dottoressa Amy Muise che ha condotto lo studio, non aumenta la sensazione di benessere. Commenta infatti:

È proprio vero che una volta a settimana non è mai abbastanza? Nonostante frequenza e felicità vengano spesso associate, questo collegamento non è significativo quando si oltrepassa la soglia di una volta a settimana. Oltre quella soglia non si registra nessun avanzamento in termini di benessere.

Pubblicato sulla rivista di settore Social Psychological and Personality Science, lo studio risponde abbastanza seriamente a questa domanda, partendo proprio dal confronto con coppie di volontari: parliamo di ben 30 mila persone interrogate sul rapporto tra la propria vita sessuale e la loro felicità in un periodo di circa 40 anni. Fare “abbastanza sesso” per tutti era riconducibile ad una volta a settimana. Sebbene al momento gli scienziati abbiano voluto analizzare senza lanciare ipotesi a riguardo, secondo i dati le coppie più solide e felici attestano la loro frequenza di rapporti sessuali su base settimanale: è come, spiegano, se questo sia il numero esatto per mantenere il giusto equilibrio nella coppia tra benessere ed individualità senza cadere nell’ossessione.

Entrambi i partner con questo ritmo non sentono pressioni od il peso delle aspettative pur rimanendo soddisfatti ed innamorati. Quello che si vuole fare ora è effettivamente misurare la qualità per comprendere se la “fotografia” raccolta di questa verità possa essere considerata veritiera al 100% in termini di felicità.

Photo Credits | Goodluz / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>