Opportunità di vacanze febbraio 2019: San Valentino alle terme, e viaggi per celiaci

di Valentina Cervelli Commenta

San Valentino 2019: passalo alle terme! Si avvicina ​San Valentino​: perché non regalarsi… una vacanza? I soldi spesi per un viaggio non sono mai buttati, e la soluzione riesce a risvegliare la propria vita di coppia, lasciando alle spalle lo stress delle attività quotidiane e riscoprendo la voglia di visitare e scoprire posti nuovi.

Una delle più interessanti opportunità per il ​San Valentino 2019​ è rappresentato dalle saune, i cui stabilimenti riescono a concedere alla coppia momenti di relax assoluto e benessere corporeo. Immaginatevi in compagnia della vostra dolce metà in una piscina sotto le stelle, in una sauna o in una rilassante seduta di massaggi… Cosa volere di più?

Grazie a ​Holidu​, il motore di ricerca per le case vacanze, è stato possibile realizzare una vera e propria lista dei più romantici stabilimenti termali in Europa, perfetti per festeggiare il San Valentino nel migliore dei modi.

 

L’Aqua Dome di L​ängenfield, in Austria​, offre una delle migliori piscine termali non solo del Tirolo, ma di tutta Europa. Fare un bel bagno sotto le stelle, per San Valentino, non ha prezzo, non trovate?

 

Chi ama la ​Germania ​ma non sopporta lo stress di una città come ​Berlino​, può rifugiarsi a ​Vabali​, raggiungibile in pochissimo tempo dalla Stazione Centrale. Pur essendo facilmente raggiungibile, riesce a mantenere un ottimo isolamento. Sono presenti diverse tipologie di sauna, per ogni gusto: dalla banya russa, alla sauna panoramica “orientale”.

Chi non vuole allontanarsi troppo, può sfruttare le ottime ​terme QC a Milano​, con soluzioni davvero avveniristiche ed inconsuete, come le bio saune effetto detox, o il tram del benessere, una sauna creata all’interno di un tram a 70° e 35% di umidità.

 

Sulla costa di Helsinki, in Finlandia, possiamo annoverare le ​saune di ​Löyly​, con ristorante, solarium, bar e terrazza.

 

La sauna russa ​del Saduny Bath House​, famosa per essere universalmente conosciuta come la più antica di tutta la Russia, gode di un’architettura elegante e regale.

 

Per la Svezia possiamo annoverare ​il Solar Egg​, avveniristica Sauna a forma di uovo. È situata a Kiruna, una delle città più a nord del Paese, ed offre un panorama davvero unico.

Il problema celiachia in vacanza non esiste: ecco alcune soluzioni

 

Per i celiaci, il problema delle vacanze è sicuramente da prendere sempre in seria considerazione. Si riescono sempre a reperire alimenti privi di glutine in ristoranti e supermercati? Si può mangiare liberamente e senza stress, con soluzioni adatte? Anche se apparentemente potrebbe sembrare un’impresa, non è poi così difficile, anche in vacanza, consumare cibo senza glutine​. Secondo la portavoce di Holidu Elena Paolo, il cibo è una parte importantissima del proprio soggiorno turistico; è pertanto molto importante verificare la presenza di ristoranti adatti, oppure valutare la possibilità di scegliere una casa vacanza nella quale preparare pasti senza glutine e in allegria.

Il numero delle persone affette da celiachia è in costante aumento, ed oggi nei supermercati sono presenti, in maniera sempre più significativa, prodotti per chi soffre di questo tipo di allergia. Grazie a ​Holidu​, il motore di ricerca per le case vacanza​, è possibile individuare facilmente le città dove è più facile trovare alimenti privi di glutine, così da poter mangiare liberamente senza dover rinunciare al gusto di una vacanza. Quindi, perché non puntare ad una città tra le più ​gluten free​ di tutta Europa?

Holidu ha redatto una vera e propria classifica, utilissima per chi soffre di celiachia e non vuole fare a meno del piacere di mangiare liberamente, almeno in vacanza.

Analizzando i dati rilevabili dal portale Tripadvisor, sono state analizzate le città con più di 30mila abitanti e verificata la densità dei ristoranti presenti, con strutture che offrono soluzioni senza glutine. Il Italia, il primato della città spetta a​ Firenze​, con 13,1 ristoranti gluten-free per 10mila abitanti, molti dei quali a pochi passi da aree di particolare interesse artistico. Segue Venezia​, con alcuni importanti luoghi di ristorazione: il ​Giardinetto da Severino​, ad esempio, è consigliato dall’Associazione Italiana Celiachia. Al terzo posto, ​Siracusa​, dove potrete gustare la qualità della cucina siciliana, versione gluten-free.

​Rizzo 3R​ è uno dei posti più rinomati: a pochi passi dal duomo, offre per una vasta scelta di salato e dolce, per poter gustare colazioni o aperitivi senza glutine. A livello europeo, il primato spetta a ​Portogallo​ e ​Regno Unito​, che dominano in maniera incontrastata e si dividono quattro tra le prima dieci posizioni. Tra le città con una maggiore densità di luoghi di ristorazione adatti ai celiaci, conquista il podio la cittadina portoghese di ​Gondomar​, seguita dalle connazionali ​Matosinhos​ e ​Cascais​. Possiamo citare poi la città inglese di ​York​ e la Scozia, con ​Edimburgo​.