L’alimentazione giusta contro il freddo

di Tippi Commenta

Il freddo non molla la presa… da Nord a Sud, infatti, l’Italia trema e batte i denti, costringendo circa 570 italiani a rimanere a letto con l’influenza. Una corretta alimentazione, sebbene non sia la bacchetta magica, può sicuramente aiutare a gestire al meglio questo momento dell’inverno.

E’ importante, prima di tutto, adottare un regime alimentare equilibrato, niente stravizi o abbuffate. Per iniziare al meglio la giornata, bisogna fare una buona colazione, con una bevanda calda (latte, orzo, ) cereali, meglio se integrali. In questo modo, durante tutta la mattinata, si fornirà all’organismo la giusta dose di carboidrati, che aiutano a mantenere costante la glicemia ed evitare cali di zucchero. Sarebbe una buona abitudine mangiare anche un frutto, soprattutto gli agrumi e i kiwi, ricchissimi di vitamina C, aiutano a rafforzare la funzionalità delle difese immunitarie.

A metà mattina, è consigliabile mangiare un toast con il prosciutto crudo o per chi lavora fuori casa una barretta ai cereali. A pranzo, invece, è preferibile optare per zuppe e minestre di legumi, dai fagioli alle lenticchie, ai ceci, ai piselli. Sono un’ottima fonte di energia, contengono ferro e sono ricchi di fibre che aiutano l`organismo a smaltire i sovraccarichi e migliorano la funzionalità intestinale.

Le zuppe si possono arricchire con cereali come riso, farro, orzo o anche verdure come zucca, spinaci. In questo modo il pranzo apporta carboidrati complessi, proteine e fibra; se poi la zuppa è consumata bollente l’organismo dispone di un’ottima fonte di calore immediato.

A cena vanno bene le uova, la carne, il pesce, sempre accompagnati da verdure a foglia verde. Durante l’inverno, è molto importante anche l’idratazione, bisogna integrare almeno 1 litro e mezzo di liquidi al giorno, anche sotto forma di tisane calde dolcificate con un po’ di miele, che è anche un buon antibatterico. L’alcol, invece, deve essere consumato con moderazione poiché essendo un vasodilatatore, inizialmente si avverte una sensazione di calore, ma dopo si sente più freddo di prima.

Photo Credit|ThinkStock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>