Come proteggere gli alimenti dal caldo

di Tippi Commenta

D’estate gli alimenti si deteriorano molto prima a causa del caldo. Ecco, allora, alcuni consigli pratici per proteggere il cibo e salvaguardare la nostra salute dal rischio di intossicazione.

Prima di tutto, è consigliabile posizionare il frigo in modo tale da non ricevere la luce diretta del sole, evitando di aprire continuamente lo sportello del frigo. Ci sono alimenti sensibili alla luce, come l’olio d’oliva, che deve essere conservato in una dispensa chiusa, onde evitare che diventi rancido.

Anche il pesce si deteriora molto facilmente con le temperature elevate. E’ buona regola, perciò, sistemarlo nel congelatore o per poche ore nel frigo. Anche la carne cruda va conservata nel congelatore, chiusa in apposite bustine per alimenti o avvolta nella carta antifreezer. Se la carne è cotta, invece, si può riporre in frigo, ma non più di 3 giorni.

La verdura, con il caldo, tende ad avvizzire. Per evitarlo, basta pulirla, farla sgocciolare ben bene e chiuderla nelle buste per alimenti, destinandogli gli scomparti più bassi del frigo. Le creme, sia dolci che salate, non sono consigliate d’estate, ma se proprio non sapete rinunciare, abbiate l’accortezza di consumarle il prima possibile senza lasciare avanzi. I cibi cotti non vanno assolutamente conservati nello stesso recipiente di cottura, nemmeno in frigo, ad eccezione delle pentole di smalto o porcellanate (senza scheggiature).

Anche nel momento dell’acquisto bisogna prestare la massima attenzione, per evitare di ritrovarsi con un prodotto andato a male. E’ importante, perciò assicurarsi che la confezione non sia stata danneggiata o comunque aperta, soprattutto quando si tratta di alimenti del banco frigo, che sono più sensibili allo sbalzo di temperatura.

I surgelati, infatti, una volta comprati, vanno portati a casa il prima possibile. L’ideale sarebbe di acquistarlo per ultimo, e di trasportarlo in specifiche buste termiche o in un sacchetto di plastica con altri surgelati, in modo da non alterare drasticamente la temperatura.

Articoli correlati:

Intossicazioni alimentari, come comportarsi
Avanzi delle feste: congelare i cibi cotti
Infezioni alimentari: come evitarle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>