La dieta del gelato

di liulai 1

E’ gradito a tutti, grandi e piccini, perché è gustoso, fresco, morbido. Si scioglie in bocca, solleticando il palato e lasciando una piacevole sensazione di ristoro. Il gelato è un alimento genuino, nutriente e per niente ipercalorico, come molti potrebbero pensare. Dietologi e nutrizionisti lo inseriscono con molto piacere anche nelle diete dimagranti, perchè il gelato è un bel premio alla fine di un pranzo a regime controllato, una squisitezza da assaporare come merenda o come dessert, una ghiotta occasione in veste di sostitutivo di pasto.

Chi lo considera una bomba di calorie si sbaglia di grosso. Tra i dolci, è addirittura quello meno calorico e meno ricco di grassi. Dal punto di vista delle proprietà nutrizionali, quello alla crema risulta essere il migliore, il gelato alla frutta è invece meno calorico, ma più povero di proteine (nella preparazione non si utilizza il tuorlo d’uovo) e di grassi (spesso al latte viene sostituito un frullato di frutta). A parità di quantità, le calorie fornite dal gelato alla crema sono 208 contro le 138 di quello alla frutta.

Se desiderate diminuire le calorie senza rinunciare al gelato, sceglietelo artigianale (contiene meno grassi concentrati rispetto a quello industriale), alla soia o a base di solo yogurt, oppure i prodotti ipocalorici, privi di grassi e con una quantità ridotta di zuccheri. Il gelato non solo è buono, ma costituisce una preziosa fonte di energia per il nostro organismo. Le uniche sostanze che mancano del tutto sono le fibre.


Per questo, la dieta consigliata dal dottor Marcello Mandatori, esperto in nutrizione e docente di ecologia clinica all’Università di Urbino, è sempre integrata con alimenti ricchi di fibre e vegetali dispensatori
di vitamine e sali minerali. Ma com’è possibile dimagrire mangiando gelato? Tutto sta nel saper scegliere in modo adeguato gli alimenti che si consumano nell’arco della giornata.

Queste le porzioni riferite alla tabella dietetica preparata dal dottor Marcello Mandatori:

  • Gelato alla crema 200 g
  • Gelato alla frutta 250 g
  • Gelato allo yogurt 250 g
  • Gelato alla soia 250 g
  • Semifreddo 150 g
  • Cassata siciliana 150 g
  • Tartufo al caffé 80 g

Se lo preferite con panna, dovrete togliere circa 1/3 del gelato prescelto. Il gelato fornisce sostanze estremamente utili all’organismo, tanto da essere particolarmente consigliato ai bambini e alle donne (specialmente per l’apporto di calcio e fosforo). E’ un alleato dell’abbronzatura (grazie alla presenza di retinolo, vitamina A) e aiuta a contrastare la ritenzione idrica (per merito dell’azione svolta dal potassio).

Secondo quanto sostengono le statistiche, gli italiani sono ghiottissimi di gelato: a consumarlo siamo più di 33 milioni, specie nella stagione estiva! Ma oltre a farne largo uso, siamo anche bravi a farlo (del resto, non dimentichiamolo, l’abbiamo creato noi, nella Firenze del ‘500), tanto da far assurgere il nostro Paese a primo produttore al mondo di gelato artigianale.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>