Obesità infantile: nuova campagna educativa

di Cinzia Iannaccio 2

Il 24% dei bambini italiani e’ in sovrappeso e il 12% obeso. Più di un milione di bimbi grassi tra i 6 e gli 11 anni, il doppio rispetto ai coetanei europei. Sono dati preoccupanti. Uno su due ha la televisione in camera ed uno su quattro non fa attività fisica. Sicuramente è importante favorire il movimento fisico, ma anche cambiare le abitudini alimentari. Il Ministero della Salute ha appena presentato due nuovi progetti didattici educativi: Forchetta e Scarpetta e Canguro SaltalaCorda.

Sono stati realizzati nell’ambito del programma “Guadagnare Salute” che ha come obiettivo la prevenzione delle malattie croniche, promuovendo sin dall’infanzia sport e alimentazione corretta. I due progetti sono stati realizzati grazie alla collaborazione tra il Ministero della Salute, quello della Pubblica Istruzione e l’Istituto Superiore di Sanità(ISS). Sono finalizzati ad insegnare ai bambini le basi per uno stile di vita sano, ma sono indirizzati anche ai loro genitori che non sempre rappresentano un buon esempio. Insegnanti, operatori sanitari e pediatri saranno il tramite di questi messaggi salutistici ed i kit didattici il mezzo. Ma di cosa si tratta?

Forchetta e Scarpetta, è stato realizzato in collaborazione con l’Istituto Nazionale per la Nutrizione (INRAN), ed è rivolto ai bambini della scuola primaria. E’ disponibile in CD Rom, ma è anche scaricabile dal sito del Ministero della Salute. Ci sono personaggi animati, musica, racconti animazione, quiz e giochi. Ha anche una parte cartacea da condividere con genitori e nonni affinché l’insegnamento non rimanga fine a se stesso.
Si articola in 5 capitoli: cosa si intende con alimentazione sana, l’importanza della prima colazione, il consumo di frutta e verdura, la necessità di una vita attiva, il movimento a casa e a scuola.

E’ invece frutto del lavoro dei pediatri della SIP (Società Italiana di Pediatria) e della Fimp (Federazione Italiana dei Medici Pediatri) il kit di Canguro SaltalaCorda.  In questo caso fuori dalle scuole interessate sarà collocato un totem a forma ovviamente di canguro, per fornire informazioni sul corretto stile di vita a grandi e piccini. Nelle classi sarà distribuito un poster con delle schede interattive, tali da supportare l’insegnante nel percorso educativo. Un poster di riflessione per i genitori sarà invece apposto negli studi pediatrici.

Attualmente il tutto è in distribuzione solo nelle circa 2.600 scuole che, in tutte le Regioni, partecipano alla seconda rilevazione di OKkio alla salute, raggiungendo circa 50.000 bambini di terza elementare; ma, per il futuro, si prevede una più ampia diffusione- spiegano dal ministero.- Il Poster sarà presto inviato a tutti i pediatri iscritti a SIP e FIMP e si troverà anche negli ambulatori pediatrici di Aziende Ospedaliere e ASL.

Ma noi genitori, cominciamo a farci un esame di coscienza. Quale esempio diamo? Quali merendine mettiamo nello zainetto della scuola ad esempio? Non è facile educare alla salute ed in particolare ad una sana alimentazione. Torneremo a parlarne, nel frattempo qui trovate già qualche consiglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>