Uva, il frutto amico della salute

di Salvina 1


Sapevate che l’uva è utile per combattere l’invecchiamento, preservare la bellezza di pelle e capelli e addirittura per contrastare scompenso cardiaco e neuropatie?

Parola di Chiara Trombetti, dietista dell‘Istituto clinico Humanitas Gavazzeni di Bergamo:

Ogni acino contiene nella buccia nella polpa una ‘mini farmacia, utile contro scompenso cardiaco e neuropatie, alleata anti-invecchiamento e cura di bellezza per pelle e capelli.

Infatti, aggiunge l’esperta

L’uva ha notevoli qualità di cui può beneficiare il nostro organismo, la spremitura dei vinaccioli dà un olio ricco di acidi grassi polinsaturi che aiutano a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue

La polpa poi, è ricca di glucosio, levulosio e saccarosio, sostanze molto nutrienti ed energetiche, cui vanno ad aggiungersi pectine e acido tartarico, che svolgono un’azione protettiva del tubo digerente.

Da non sottovalutare anche le proprietà diuretiche dell’uva, in virtù del contenuto di potassio, che oltre ad esercitare un’azione disintossicante sono di grande aiuto ai pazienti neuropatici o affetti da scompenso cardiaco. Mentre l’uva rossa, grazie al maggiore contenuto di ferro, è particolarmente indicata per gli anemici.

E la bellezza di pelle e capelli?

Garantita dal ricco contenuto di vitamine (A, C, PP, B1, B2) e sali minerali (sodio, calcio, potassio, magnesio, manganese, iodio, fosforo, ferro, cromo).

Attenzione però ai semini infatti, secondo quanto afferma la Trombetti, mentre non è vero che causano allergia, possono però rappresentare un disturbo per il colon, soprattutto nelle persone affette da diverticolosi.

Infine, sempre dalla Trombetti, un curiosità:

Avete mai sentito parlare di ampeloterapia?

Significa cura dell’uva e si tratta di un metodo conosciuto fin dall’antichità da arabi, romani e greci per depurare l’organismo grazie alle proprietà diuretiche e lassative dell’uva facendo di essa l’alimento principale per alcuni giorni.

Fortunatamente siamo in Settembre, il momento ideale per portare l’uva in tavola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>