Anoressia: per combatterla nasce l’albo delle modelle

di Salvina 0


Dal 2009 anche chi sfila in passerella potrà iscriversi ad un albo professionale: l’iniziativa, promossa da Assem, in collaborazione con la Camera della moda e il Comune di Milano, è stata presentata nei giorni scorsi a Palazzo Marino. Lo scopo è quello di tutelare la professionalità e, soprattutto, la salute, di modelle e modelli italiani e stranieri.

Contrastare precarietà e lavoro nero dunque, ma anche garantire e verificare le buone condizioni di salute di chi, salendo in passerella si offre, suo malgrado, come modello da cui trarre ispirazione per molti adolescenti.

A tutti gli iscritti all’albo verrà rilasciato il Tesserino visto moda, che avrà validità annuale.

Ma davvero l’istituzione di un albo professionale e il rilascio di un tesserino si riveleranno armi efficaci per combattere il dilagare dell’abuso di sostanze stupefacenti e disturbi del comportamento alimentare come l’anoressia, nel mondo della moda?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>