8 regole per una dieta sana ed efficace

di Cinzia Iannaccio 1

E’ tempo di diete e tutti si affrettano a cercare le soluzioni magiche per poter dimagrire e soprattutto perdere centimetri nei punti critici per prepararsi alla prova costume. E’ un errore concettuale serio che può mettere a rischio anche la salute di chi le pratica: ogni dieta (o regime alimentare) va cucita addosso all’individuo che intende farla, in base al suo stile di vita, al metabolismo, all’attività motoria che pratica, all’età e a tantissimi altri fattori. Soprattutto però serve una diagnosi che stabilisca l’effettiva necessità della dieta.

E’ per tutti questi motivi che l’ADI (Associazione Italiana di dietetica e nutrizione clinica) insiste con la sua campagna di sensibilizzazione ricordando alcuni fattori importanti da cui non si può prescindere se si vuole dimagrire senza rischi ed in modo efficace e duraturo: la dieta è una terapia che può essere prescritta esclusivamente da personale qualificato e solo dopo la valutazione di una serie di fattori clinici; le diete fai da te o somministrate da chi non è idoneo professionalmente sono nocive per la salute. Dunque che fare? Laddove esista un concreto bisogno di perdere peso occorre rivolgersi ad uno specialista.

In uno stato di buona salute invece per mantenersi a regime o contenersi senza sofferenze e carenze nutrizionali si possono seguire piccole semplici regole, quelle che la stessa ADI ha definito come le “8 regole dell’autocontrollo alimentare”, una definizione che chiarisce meglio di cosa stiamo parlando. Eccole:

                         8 Regole dell’ Autocontrollo alimentare

  1. Importante idratarsi correttamente (bere a sufficienza) .
  2. I carboidrati (tipo cereali, pane, pasta) non vanno assolutamente eliminati, ma consumati in modo regolare seppur in quantità limitate e a seconda di ognisingolo individuo e dall’attività motoria compiuta nell’arco della giornata.
  3. Assumere con regolarità frutta e verdura, ricche di fibre, vitamine e Sali minerali.
  4. Evitare l’eccessivo consumo di prodotti confezionati contenti conservanti e coloranti.
  5. Variare le proteine assunte: basta alternare con regolarità la carne, il pesce, formaggi, uova, attenendosi però ad un unico tipo di proteine per pasto.
  6. Limitare o evitare il consumo di cibi grassi e/o fritti
  7. Limitare o evitare il consumo di bevande zuccherate e/o gasate.
  8. Limitare il consumo di bevande alcoliche soprattutto se lontano dai pasti.

Fonte: Adi

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>