In forma in primavera, ecco alcuni consigli

di Piera Commenta

Con l’arrivo della bella stagione che, dopo il rigido inverno di quest’anno è più attesa che mai, torna la voglia di uscire e, con l’avvicinarsi dell’estate, ritorna alla mente anche l’ avvicinarsi della temuta “prova costume”. Anche se Agosto è ancora lontano, è necessario iniziare ad avere  uno stile di vita sano, seguire un’alimentazione corretta e dedicarsi regolarmente  ad attività fisiche per evitare di voler correre ai ripari quando ormai è troppo tardi.

Diete drastiche e digiuni non sono efficaci per dimagrire e rimettersi in forma e, anzi, sono dannosi per la salute. Basta seguire qualche semplice indicazione, anche a tavola, per poter migliorare il proprio fisico, senza però troppe rinunce. In fondo, basta davvero poco.

Ogni giorno bisognerebbe introdurre la giusta quantità di elementi necessari al corretto svolgimento delle funzioni fisiologiche del corpo ed evitare grassi, alcool ed alimenti dannosi. Ciò non vuol dire rinunciare ad alimenti gustosi, che soddisfano il palato, ma solo tenere ben presente alcune indicazioni.

Ad esempio, ad incominciare dall’antipasto, è possibile risparmiare calorie e grassi optando per una fetta di torta rustica, magari con ricotta e spinaci, piuttosto che scegliere il tradizionale piatto di salumi, affettati e formaggi. Ottimo anche l’antipasto di mare, ma è necessario evitare di fare la “scarpetta” nell’olio del condimento.

Il primo piatto, tanto amato dagli italiani, può essere una soluzione ottima per saziare lo stomaco e soddisfare il palato, ma anche qui, il rischio di grassi e calorie in eccesso risiede nel condimento: è meglio quindi un piatto con sugo e parmigiano, che contiene circa 450 calorie per una porzione media, piuttosto che lasagna, cannelloni e paste ripiene
e molto farcite. In alternativa, un piatto di pasta, magari integrale ai cereali, con zucchine e un uovo, o del tonno, può costituire un’ottimo piatto unico completo di carboidrati, proteine e fibre.

Il secondo è la portata che consente di spaziare di più con i sapori, scegliendo la carne, sopratutto bianca, ma anche formaggi magri, come la ricotta vaccina, uova o il pesce. Basta eliminare la pelle del pollo, dove si annidano i grassi del condimento e preferire il petto, più magro della coscia. Si alla ricotta, con circa 160 Kcal per 100g, mentre la mozzarella ne contiene circa 250 kcal, ancora più alte nel caso di quella di Bufala. E’ importante sopratutto
il metodo di cottura: basta scegliere una padella antiaderente per cuocere le uova, magari strapazzandole con qualche verdura, oppure cuocere carne e pesce al cartoccio insaporendo il tutto con aromi che, come nel caso del peperoncino, stimolano la digestione e hanno potere saziante.

Non bisogna sempre rinunciare al dessert, ma è preferibile scegliere un sorbetto di frutta, povero di grassi, un budino, o un gelato. E’ bene ricordare poi che ogni caffè, con un cucchiaino di zucchero, fornisce circa 30 kcal. Troppe rinunce, però, sono controproducenti e quindi va bene anche mangiare la pizza, magari una volta a settimana, preferendo
le più semplici come margherita o ortolana, e concedersi, una tantum, un quadratino di cioccolato amaro, ottimo anche come antidepressivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>