Allergie alimentari per 150.000 bambini italiani

di Salvina 7

Secondo una indagine condotta dal sito ambulatorio.com sarebbero almeno 150.000 (il 9%) i bambini italiani sotto i tre anni affetti da allergie alimentari. I risultati sono stati ottenuti attraverso la somministrazione di un questionario online a 2.500 genitori. Le allergie alimentari infantili più comuni sono quelle al latte vaccino e i suoi derivati, seguite da quelle a uova, noccioline e arachidi. Queste, afferma il dottor Italo Farnetani, noto pediatra e docente universitario dell’Università Milano Bicocca, tendono a regredire con la crescita, spesso per scomparire del tutto intorno ai sei anni. Nel frattempo è opportuno fare molta attenzione che i piccoli non assumano i cibi che possono causare reazioni allergiche.

L’allergia a latte e formaggi può comparire già nei primi mesi di vita e manifestarsi con disturbi gastro-intestinali (diarrea, vomito, rigurgiti, coliche, scarso accrescimento ponderale), sintomi respiratori, eruzioni cutanee. Poichè questi cibi rappresentano la principale fonte di calcio per i più piccoli, principio nutritivo fondamentale per lo sviluppo di denti e ossa, occorre fare in modo che il bambino lo assuma attraverso altri alimenti che pertanto non devono mai mancare nella sua dieta. I genitori devono quindi orientare le proprie scelte verso cibi diversi dai latticini che ne sono ugualmente ricchi: il pesce, soprattutto tonno e sardine, gli spinaci, i legumi, fichi, cavoli, arance e kiwi.


Attenzione, avverte sempre Farnetani, autore di numerosi volumi dedicati all’alimentazione del bambino, anche all’etichetta dei cibi: quelli confezionati possono contenere sostanze allergizzanti anche non immediatamente visibili. Quindi no a latte, formaggi, yogurt, panna, burro, ma anche a biscotti e fette biscottate contenenti latte. Attenzione anche al cioccolato e a tutti gli alimenti confezionati che recano la dicitura caseina o caseinato o aroma di caramello. Annunciata dall’esperto anche l’esistenza di ricerche già avviate che si spera possano in futuro portare alla elaborazione di un vaccino contro le allergie.

Commenti (7)

  1. sulle coliche normali non legate alle allergie: la nostra esperta di allattamento dice la sua, cosa ne pensate dle suo parere sul nostro blog.mammenellarete.it ieri 6/05

  2. Dotoressa Granatelli sono una moglie preocupata per mio marito
    3 anni fa e’ andato dal dermatologo,nel corpo a la pelle risaltata gli viene
    prurito gli esce del sangue in questo periodo la pelle e secca mette 2 tipi di
    pomata ora non ricordo il nome della medicina.Il medico gli a diagnosticato
    essere allrgico al materiale che usa in cantiere essendo gessista stuccatore edile lui non dovrebbe lavorare, e’ stare a casa immagini un uomo di 52 anni
    abbituato a lavorare vederlo seduto in poltrona voglio sapere se c’e’ un
    farmaco. Ringrazio anticipamente…………..

  3. Dotoressa Granatelli sono una moglie preocupata per mio marito
    3 anni fa e’ andato dal dermatologo,nel corpo a la pelle risaltata gli viene
    prurito gli esce del sangue in questo periodo la pelle e secca mette 2 tipi di
    pomata ora non ricordo il nome della medicina.Il medico gli a diagnosticato
    essere allrgico al materiale che usa in cantiere essendo gessista stuccatore edile lui non dovrebbe lavorare, e’ stare a casa immagini un uomo di 52 anni
    abbituato a lavorare vederlo seduto in poltrona voglio sapere se c’e’ un
    farmaco. Ringrazio anticipamente………..non ho mai scritto a la dottoressa questa e la prima volta comunque grazie……

  4. Gentile Angela,
    purtroppo non posso esserle di alcun aiuto per il problema di suo marito. Infatti io sono uno psicologo e non un medico.
    Posso solo, in via del tutto amichevole e informale, consigliarle di consultare nuovamente il suo dermatologo di fiducia. Probabilmente saprà indicarle farmaci nuovi e più efficaci per l’allergia di suo marito.

    Cordialmente, Salvina Granatelli

  5. BUONGIORNO A TUTTI,
    SONO ALESSANDRA, UNA PAZIENTE AFFETTA DA PSIORIASI DA CIRCA 3 ANNI, la mia psioriasi dagnostivata e’ artritica e mi hanno prescritto per un anno intero Metrotexato una volta alla settimana da prendere via orale 4 pasticche, in piu’ ho un extretococco di tipo A ed farmi un ciclo di punture da 2 ai 3 anni di pennicilina,chiamata anche bensatinica, ogni 21 giorni .
    Vorrei sapere se e’ corretta la medicazione prescritta perche’ non noto nessun tipo di miglioramente e sono passati circa 5 mesi.
    Per le macchie della psioriasi , prima di color rosse ed ora di color bianche, sto mettendo una creama che si chiama cloriodermina comprata in una clinica famosa di Cuba, pero nessun tipo di miglioramente e le macchie bianche al sole non colorano…..cosa posso fare?Sono in preda al panico non ne posso piu’!!

    ringrazio vivamente
    CORDIALI SALUTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>