Inseminazione artificiale: in Gran Bretagna parte l’asta per gli ovuli

di Marco Mancini 1

Può sembrare disumano e scorretto (ed infatti in Gran Bretagna come in Italia lo è), ma la selezione artificiale dei geni avviene ugualmente, ed ora è anche ufficiale. Una clinica londinese che si occupa specificatamente di inseminazione artificiale ha lanciato un’iniziativa destinata a far discutere: la scelta e la vendita degli ovuli umani.

Per aggirare la legge l’operazione avviene negli Stati Uniti, dove essa è concessa, ma le operazioni di compravendita avvengono nella città di Londra e funzionano così: un’aspirante mamma over 40 sceglie su un catalogo gli ovuli delle donne che, anonimamente, hanno descritto le proprie caratteristiche, dal peso all’altezza, fino alle proprie capacità individuali. Tutte le donatrici hanno dai 19 ai 32 anni, hanno frequentato o frequentano l’Università e non sono fumatrici.

Se più donne scelgono gli stessi ovuli parte l’asta, e così le aspiranti mamme avranno un figlio su misura e le donatrici guadagneranno dai 300 euro, per il semplice rimborso spese, fino ai 10 mila grazie all’asta.

Commenti (1)

  1. La fecondazione assistita in Italia è concessa a tutte le donne?
    NO Nelle nuove linee guida relative alla legge 40/2004 il ministero della Salute ha vietato la fecondazione medicalmente assistita alle coppie portatrici di malattie genetiche.. leggi tutto

    http://gassata.com/pubblic/la-fecondazione-assistita-italia-è-concessa-tutte-le-donne

    Susy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>