Nato il primo bimbo concepito con fecondazione eterologa in Italia

di Valentina Cervelli Commenta

E’ nato a Catania il primo bambino frutto di una fecondazione eterologa in Italia. E pur mantenendo l’anonimato sulle loro generalità i genitori di questo piccolo neonato non perdono occasione, attraverso le pagine di Repubblica, di esprimere la loro gioia.

La loro è una storia che si può definire classica: tanti anni di tentativi e nessuna gravidanza mai andata a buon fine. Fino a che, grazie all’approvazione della fecondazione eterologa, per questa coppia siciliana è stato possibile avverare il sogno di una vita: quello di diventare madre. La donna purtroppo era sterile e non vi era modo di intervenire sulla situazione a livello medico. In 10 anni nessun specialista è stato in grado di poter dare a quella che ora è una neomamma la capacità di procreare. La coppia aveva provato anche a sottoporsi ad un trattamento di fecondazione assistita in Spagna ma senza successo e spendendo circa 10 mila dollari. Non è stata una esperienza facile, sia dal punto psicologico che fisico, spiegano i due. E quando la possibilità si è aperta in Italia non ci hanno pensato due volte ed hanno fatto domanda per la fecondazione eterologa.

Il bambino, nato a Catania qualche giorno fa, pesa 3 chili e 200 grammi e gode di ottima salute, ed è allattato al seno. Gli ovociti donati, anche nel caso della coppia in questione, arrivano da banche estere specializzate e pur restando a pagamento nel nostro paese, va detto riescono a soddisfare le richieste dei centri regionali che si occupano di tali procedure. Al momento il prezzo di una fecondazione assistita con trapianto di gameti femminili si aggira intorno ai 4 mila. Con il passare dei mesi il costo dovrebbe scendere dai 400 ai 600 euro grazie all’inserimento di questa tipologia di fecondazione all’interno dei LEA, i Livelli Essenziali di Assistenza. Questo che sembra un piccolo passo per la medicina italiana, rappresenta in realtà un grande punto di svolta per tutti coloro che tentando di avere un figlio e vogliono sottoporsi alla fecondazione eterologa: è la riprova che anche nel nostro paese è possibile.

Photo Credits | Martin Valigursky / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>